.
Dettaglio provvedimento

Numero / Anno 295977  /   2014

Unità di riferimento Attività Produttive e Commercio

Data esecutività 17/10/2014

Oggetto CRITERI E MODALITA ' DI CONTROLLO SULLE DICHIARAZIONI RESE AL SETTORE NELL'AMBITO DEI PROCEDIMENTI O COMUNICAZIONI DI COMPETENZA .

.


I L D I R E T T O R E



Premesso

- che il D.P.R. 445/2000 disciplina i controlli sulle dichiarazioni rese dai cittadini alle pubbliche amministrazioni e stabilisce all'art. 71 che "…le amministrazioni procedenti sono tenute ad effettuare idonei controlli, anche a campione, e in tutti i casi in cui sorgono fondati dubbi sulla veridicità delle dichiarazioni sostitutive di cui agli articoli 46 e 47";

- che il settore Attività Produttive e Commercio riceve Dichiarazioni Sostitutive di Certificazione (art. 46) e di Atto notorio (art. 47) nell'ambito di comunicazioni, segnalazioni o procedimenti amministrativi di competenza ed in relazione alle quali sussiste l'obbligo di controllo;

Rilevata


- l'impossibilità di eseguire controlli sulla totalità delle dichiarazioni/segnalazioni a causa dell'elevato numero di procedimenti avviati e che, pertanto, occorre definire le modalità per effettuare i controlli a campione stabilendo criteri numerici, così come indicati nell’All.to 1) al presente atto;

- che inoltre, nell'ambito dei procedimenti di competenza del settore, il cittadino rende le autodichiarazioni necessarie, sulle quali occorre procedere a controlli, così come indicato e nell’All.to 2) al presente atto;

Ritenuto

- che, per assicurare la massima trasparenza ed imparzialità, le pratiche che costituiscono il campione sono individuate e segnalate in modo automatico dal gestore informatico, già al momento dell'acquisizione con l'attribuzione del numero di protocollo;

- di prevedere le seguenti modalità di controllo:

a) in modo diretto, mediante accesso in via telematica alle informazioni detenute dall’amministrazione (ad es. visure camerali) e con verifiche presso altre amministrazioni;
b) in modo documentale, con espresse richieste al soggetto che ha presentato la documentazione a corredo o probatoria;

fermo restando la possibilità di procedere a controllo su pratiche che – pur non ricadute nel campione – facciano sorgere fondate incertezze circa la veridicità delle dichiarazioni rese;

Valutato

- che i controlli con sopralluogo, da parte degli organi di vigilanza, sono effettuati a seguito di specifiche segnalazioni pervenute e nelle more della definizione dei criteri direttivi in materia di coordinamento dei controlli amministrativi ex art. 7 D.L. 13 maggio 2011, n. 70 convertito, con modifiche, dalla Legge 12 luglio 2011, n. 103 a seguito del tavolo istituito dal Segretario Generale con propria comunicazione Pg. n. 292492/2014;

- che per ciò che concerne l'U.I. Sviluppo Economico, i criteri di controllo sulle autodichiarazioni rese dai partecipanti al bando pubblico PG.N. 6264/2009 volto a concedere vantaggi di tipo economico, si conferma quanto previsto nella determinazione dirigenziale PG.N. 176770/2009 che stabilisce che essi siano effettuati su tutte le imprese beneficiarie delle agevolazione finanziarie;

Dato atto

- che non rientrano nelle dichiarazioni sostitutive da controllare ai sensi dell'art. 71 del DPR 445/2000 quelle rese nei seguenti casi:

a) procedimenti che terminano con una autorizzazione unica in luogo di più atti conclusivi di endoprocedimenti di competenza di altri Settori ed Enti che rimangono comunque responsabili dell'istruttoria svolta (i procedimenti conclusi ai sensi del D.p.r. 160/2010 e quelli relativi agli impianti di distribuzione carburanti e alla messa in esercizio di ascensori e montacarichi);

b) procedimenti per concessioni di occupazione di suolo pubblico rilasciate ai soggetti di coordinamento e gestione dei mercati di vendita diretta di prodotti agricoli in quanto, ai sensi del vigente regolamento in materia (Pg. n. 58564/2009), le funzioni di controllo sugli singoli operatori sono in capo al soggetto di coordinamento (art. 8) la cui selezione avviene sulla base di una procedura pubblica (art. 3);

Preso atto


- della nota di ARPA del 03 marzo 2014 secondo cui l’attività di vigilanza espletata dall’Agenzia consiste nel controllo sul campo mentre un’attività di controllo documentale a supporto dell'Amministrazione può essere svolta, a titolo oneroso, attraverso uno specifico atto di convenzione;

Visti
- l'art. 43 e 71 del D.P.R. 445/2000 “Disposizioni legislative in materia di documentazione amministrativa;
- l'art. 107 del D.Lgs. 267/2000 “Testo Unico delle leggi sull’ordinamento degli enti locali”
- l'art. 44 dello Statuto Comunale

D E T E R M I N A

per le motivazioni espresse in premessa

1) di approvare le modalità per procedere ai controlli nell’ambito dei procedimenti di competenza del settore , avviati a seguito di comunicazioni/istanze e segnalazioni certificate di inizio attività (SCIA), individuando i criteri numerici di controllo in relazione alla tipologia di procedimenti, così come indicato nell'Allegato 1) che si approva, quale parte integrante e sostanziale del presente atto;

2) di approvare, altresì, l’elenco delle autodichiarazioni rese dai cittadini da sottoporre a controllo, così come indicato nell’Allegato 2) da considerarsi parte integrante e sostanziale del presente atto;

3) di stabilire che, per assicurare la massima trasparenza ed imparzialità, le pratiche che costituiscono il campione sono individuate e segnalate in modo automatico dal gestore informatico al momento dell'acquisizione con l'attribuzione del numero di protocollo;

- di prevedere le seguenti modalità di controllo:

a) in modo diretto mediante accesso in via telematica alle informazioni detenute dall’amministrazione (ad es. visure camerali) e con richiesta di conferma ad altre amministrazioni
b) in modo documentale: con richiesta al soggetto che ha presentato la documentazione a corredo o probatoria
fermo restando la possibilità di procedere a controllo su pratiche che – pur non ricadute nel campione – facciano sorgere fondate incertezze circa la veridicità delle dichiarazioni rese;

4) di escludere dal controllo le dichiarazioni rese:


a) nell'ambito di procedimenti che terminano con una autorizzazione unica in luogo di più atti conclusivi di endoprocedimenti di competenza di altri Settori ed Enti, ai sensi del D.P.R. 160/2010 e quelli relativi agli impianti di distribuzione carburanti e alla messa in esercizio di ascensori e montacarichi;


b) nell'ambito delle concessioni di occupazione di suolo pubblico rilasciate ai soggetti di coordinamento e gestione dei mercati di vendita diretta di prodotti agricoli in quanto, ai sensi del vigente regolamento in materia (PG. N. 58564/2009), le funzioni di controllo sugli singoli operatori sono in capo al soggetto di coordinamento (art. 8) la cui selezione avviene sulla base di una procedura pubblica (art.3);


5) di dare atto:
- che i controlli con sopralluogo, da parte degli organi di vigilanza - nelle more della definizione dei criteri direttivi in materia di coordinamento dei controlli amministrativi ex art. 7 D.L. 70 del 13/05/2011 e ss.mm.ii. - sono effettuate a seguito di specifiche segnalazioni pervenute;

- che si ritengono confermati i criteri di controllo approvati con determinazione dirigenziale PG.N. 176770/2009 sulle autodichiarazioni rese dai partecipanti al bando pubblico PG.N. 6264/2009 indetto dall'U.I. Sviluppo Economico, che procede ad effettuare controlli su tutte le imprese beneficiarie delle agevolazione finanziarie.

- che la presente determinazione sostituisce il precedente atto dirigenziale PG.N. 266607/2009 che, pertanto, è da ritenersi abrogata





F.to  
ll Direttore del Settore
Giancarlo Angeli





Allegati al documento

All. 1 - Tabella controlli a campione ott2014.xls
All. 2 - Tabella dichiarazioni da controllare.doc