.
Dettaglio provvedimento

PG (Numero / Anno) 350735  /   2019

Proposta (Tipo / Numero / Anno) DDPRO  /   2453  /   2019

Repertorio (Tipo / Numero / Anno) DD  /   1676  /   2019

Unità di riferimento Area Risorse Finanziarie - UI Entrate

Data esecutività 31/07/2019

Data pubblicazione 31/07/2019

Oggetto DETERMINA A CONTRARRE RELATIVA A PROCEDURA DI GARA APERTA PER LA CONCESSIONE A TITOLO ONEROSO DELLO SFRUTTAMENTO COMMERCIALE DEI PALI DI ILLUMINAZIONE PUBBLICA MEDIANTE INSTALLAZIONE DI IMPIANTI PUBBLICITARI. DURATA TRIENNALE CON OPZIONE DI EVENTUALE RINNOVO PER UN ULTERIORE PERIODO DI TRE ANNI DECORRENZA 01.01.2020

.


Capo fila DG/PRO/2019/183 Pg. 341508/2019 -Rep. DG/2019/166
CUI S01232710374201900024, COD 0A10235-000 -COD.0A10235-01

Cig 7988252217



IL CAPO AREA DELLE RISORSE FINANZIARIE

Premesso che
sul territorio comunale sono installati dei pali di illuminazione pubblica e che allo scopo di indirizzare, facilitare l'individuazione della sede di un'attività o per pubblicizzare un prodotto o un servizio o meglio per rispondere alle esigenze di comunicazione esterna sia delle piccole realtà imprenditoriali che delle grandi aziende si intende sfruttare commercialmente i pali di illuminazione pubblica perseguendo altresì l'obiettivo di incrementare il gettito dei tributi comunali e dei canoni correlati.

I pali di illuminazione pubblica da sfruttare commercialmente sono individuati tra quelli collocati all'interno del centro abitato ad eccezione delle zone del Centro storico, all'interno dei viali di circonvallazione essi inclusi, nella zona di San Luca, nelle aree collinari di interesse paesaggistico e nelle aree verde ad uso pubblico ed i parchi;

dato atto che con Delibera di Giunta DG/PRO/2019/183 Pg 341508/2019 del 25.07.2019
- è stata autorizzata la concessione a titolo oneroso dello sfruttamento commerciale dei pali di illuminazione pubblica mediante l'installazione di impianti pubblicitari di durata triennale con decorrenza 01.01.2020 e con possibilità di rinnovo per un ulteriore periodo di tre anni;
-è stato stabilito che lo sfruttamento commerciale avviene mediante l'installazione di impianti pubblicitari mono e bifacciali aventi dimensioni pari a cm 100 di base X 140 cm di altezza destinati a campagne pubblicitarie permanenti e campagne pubblicitarie temporanee,
-è stato individuato che il numero di spazi pubblicitari da utilizzare sono n. 370 di cui n., 250 per impianti destinati alla pubblicità permanente e n. 120 per impianti destinati alla pubblicità temporanea;
- è stata data la possibilità in relazione alle condizioni del mercato poter utilizzare ulteriori 220 spazi da destinare alla pubblicità temporanee;

con la medesima Delibera di Giunta sulla base delle prescritte indicazioni ed in modo coerente con gli obiettivi di conseguire le maggiori entrate possibili e di preservare/migliorare la qualità urbana, è stato conferito mandato al Capo Area delle Risorse Finanziarie di predisporre ogni atto necessario per avviare la procedura ad evidenza pubblica per la selezione del contraente nel rispetto di quanto previsto dall'art. 192 del D.lgs 267/2000 e del D.Lgs 50/2016 (di seguito Codice);

Considerato che
-si tratta di una concessione con assunzione del rischio operativo legato al concessionario al quale è riconosciuto a titolo di corrispettivo il diritto di gestire il servizio di vendita degli spazi pubblicitari dati in concessione;
-la concessione non è suddivisa in più concessioni o lotti poiché si ritiene opportuno garantire sul territorio comunale l'installazione di una medesima tipologia di impianto destinata alla pubblicità permanente ed un'unica tipologia di impianto per la pubblicità temporanea, oltreché si reputa oneroso poter suddividere il territorio comunale in zone tali da garantire la medesima redditività tenuto conto che le campagne pubblicitarie potranno essere avviate in maniera diversa sul territorio anche in relazione all'andamento del mercato;
-che pertanto il rischio operativo riguarda l'intera gestione delle posizioni date in concessione;

Evidenziato che
-l'articolo 36 comma 2 del Codice fa salva la possibilità di ricorrere alle procedure ordinarie tra cui rientra la procedura aperta di cui all'art. 60 del Codice;
-è opportuno prevedere una concessione di durata triennale con decorrenza 01.01.2020 o, se l' aggiudicazione è successiva alla suddetta data, dalla data di stipula del contratto, riservando all'Amministrazione la possibilità di esercitare l'opzione di rinnovo per un periodo di ulteriori tre anni;

--il valore presunto stimato della concessione, inteso quale fatturato totale del concessionario derivante dalla stima di vendita degli spazi pubblicitari e quale apporto di capitali privati è pari ad un valore medio annuo di € 850.200,00 (oneri fiscali esclusi) e pari ad € 2.550.600,00 (nel 1° triennio) (oneri fiscali esclusi) e pari ad € 5.101.200,00 (comprensivi dell'opzione di eventuale rinnovo) (oneri fiscali esclusi);

-le caratteristiche tecniche degli impianti da installare devono corrispondere alla prescrizioni tecniche di cui al capitolato speciale e che come stabilito nell'atto di Giunta citato in premessa, tra gli obiettivi perseguiti dall'amministrazione vi è quello di garantire una congrua entrata anche in relazione alle condizioni del mercato e che con il medesimo atto di Giunta è stato definito che l'ammontare del canone annuo a base d'asta e soggetto a rialzo è pari ad € 93.000,00 (iva esclusa);

Atteso che il valore della concessione comprensivo dell'opzione del rinnovo è inferiore alla soglia di rilievo comunitario di cui all'art. 35 comma 1 lett. a) del Codice, si ritiene tuttavia al fine di assicurare un'ampia concorrenza tra gli operatori economici, di esperire una procedura aperta ai sensi dell'art. 60 del Codice;

Dato atto
-che l'Agenzia Regionale per lo sviluppo dei mercati telematici (Intercent-ER) ha messo a disposizione una piattaforma telematica di negoziazione "Sistema per gli Acquisti telematici dell'Emilia Romagna” (SATER),
-che in applicazione dell’art. 58 del Codice, tutte le fasi di svolgimento dell’intera procedura di gara, avverrà attraverso la suddetta piattaforma.

Ritenuto
-di stabilire che la concessione ha durata triennale riservando all'amministrazione la possibilità di esercitare l'opzione di rinnovo per un periodo di ulteriori tre anni;
-di richiedere per la partecipazione alla gara il possesso dei requisiti di ordine generale previsti dalla legge, nonché di idoneità professionale e di capacità economico finanziaria, così come definiti nel Disciplinare di gara;
-di stabilire quale criterio di aggiudicazione quello a favore dell'operatore economico che offrirà il canone nel 1° triennio più alto rispetto al canone posto a base di gara e fissato in € 279.000,00 (oneri fiscali esclusi);
-per la tipologia di concessione di non prevedere oneri per la sicurezza derivanti da rischi da interferenza e né della necessità di effettuare il sopralluogo in quanto gli spazi oggetto di assegnazione sono collocati in zone aperte al pubblico;
-di procedere all’aggiudicazione anche in presenza di una sola offerta purché valida e ritenuta idonea per l’Amministrazione;
-di non procedere all’ aggiudicazione nel caso in cui nessuna delle offerte presentate sia ritenuta conveniente o idonea ai sensi dell’art. 95, comma 12 del codice;

Visto che
la procedura di affidamento e quella di esecuzione sono disciplinate dal Progetto del servizio (ai sensi dell’art. 2 commi 14 e 15 del Codice), dal Disciplinare di gara e dal Capitolato Speciale e dai seguenti documenti allegati:
1) Istanza di partecipazione;
2) Modello dichiarazioni integrative al DGUE;
3) Patto di integrità approvato con determinazione dirigenziale del Segretario generale P.G.N. 285457/2014 (come aggiornato con P.G.N. 384486/2016);
4) Elenco posizioni (Allegato A: Elenco Pali per pubblicità permanente e Allegato B: Elenco Pali per pubblicità temporanea)
5) Schema di Piano Economico Finanziario (PEF)-Allegato C-
6) Allegato D1-Relazione tecnica di verifica per pali in CAC da 9 metri con base da 27.5 cm;
7) Allegato D2- Relazione tecnica di verifica per pali in CAC da 9 metri con base da 31.5 cm;
8) Allegato D3- Relazione tecnica di verifica pali in acciaio curvato da 9 metri con base da 13.9 cm.
9) Estratto di gara da pubblicare su G.U.R.I.

E che si intende approvare i suddetti documenti;
-a tali documenti potranno essere apportate, fermo restando il contenuto sostanziale degli stessi, modifiche e precisazioni che dovessero rendersi necessarie per esigenze procedurali, senza necessità di atto espresso per l’approvazione di tali eventuali modifiche, coerentemente con i principi generali dell’ attività amministrativa e di non aggravio del procedimento;

Considerato altresì, il Bando verrà pubblicato:
-per estratto, ai sensi dell’art. 73 comma 4 del Codice, sulla Gazzetta Ufficiale della Repubblica Italiana (G.U.R.I.) e del DM Ministero Infrastrutture e Trasporto del 2.12.2016 Gazzetta Ufficiale n. 20 del 25.01.2017, la cui spesa è stata assunta con determinazione dirigenziale Pg 501652/2018 dell’UI Acquisti di questo Comune;
-all’Albo Pretorio on line comunale;
-sul sito internet del Comune di Bologna e sulla piattaforma telematica messa a disposizione da Intercent-ER
-e per garantire ulteriori livelli di conoscibilità anche su un quotidiano nazionale e su un quotidiano a diffusione locale, la cui spesa è impegnata dall' U.I. Acquisti del Comune di Bologna ed imputata al capitolo U06000-050 del Bilancio 2019.

-che l’art. 5 comma 2 del citato DM 02.12.2016 dispone che le “spese per la pubblicazione obbligatoria degli avvisi e dei bandi di gara sono rimborsate alla stazione appaltante dall’aggiudicatario entro il termine di sessanta giorni dall’aggiudicazione”

-che ai sensi dell’art.3 comma 5 della L. 136/2010 è stato acquisito per la presente procedura il Cig n.7988252217

-che sul capitolo U07200-000 – impegno n 0319004604 di € 800,00 costituito con determinazione dirigenziale Pg. 284141/2019, trova copertura finanziaria la spesa per la contribuzione dovuta all’ANAC in attuazione dell’art. 1 comma 65 e 67 della L. 23 dicembre 2005 n. 266 che in applicazione della Delibera dell’Anac n. 1174 del 19.12.2018 è pari ad € 800,00 a carico della stazione appaltante e pari a € 200,00 per gli operatori economici partecipanti;

Vista la determinazione dirigenziale Pg. 365534/2017 con la quale è stato individuato nel CapoArea delle Risorse Finanziarie Dott. Mauro Cammarata quale Responsabile Unico del procedimento

-tenuto conto che ai sensi dell’art. 21 commi 1 e 6 del Codice tale concessione è stata inserita nel programma biennale degli acquisti di beni e servizi 2019-020 (CUI S01232710374201900024) approvato con deliberazione consiliare 21.12.2018 O.d.G. n. 433 Pg. 532850/2018 DC/2018/38 come parte integrante del Documento Unico di programmazione (DUP) 2019-2021 sezione 8 e successivamente modificato con Delibera Consiliare (DC/PRO/2019/80) Pg. N.: 341192/2019 del 25.07.2019

Dato atto che
-i canoni a favore dell’Amministrazione Comunale a seguito della procedura di gara saranno accertati ed introitati sul Bilancio 2020 e seguenti al capitolo E32700-000 del Peg “Proventi per la concessione di spazi per l’installazione di impianti pubblicitari e per la concessione di impianti comunali e di supporti e prestazioni connesse per l’affissione di manifesti – servizio rilevante agli effetti dell’IVA – tributo compreso” conto finanziario E.3.01.03.01.003 “Proventi da concessioni di beni”;
-l’imposta di pubblicità, derivante dalle dichiarazioni dell’imposta di pubblicità e dalle denunce per eventuali nuove esposizioni, verrà introitata per le annualità 2020,2021 e 2022 e sarà accertata ed introitata al Bilancio 2020 e seguenti al capitolo E00300-000 del Peg “Imposta comunale sulla pubblicità-gettito di competenza” conto finanziario E.1.01.01.53.001 “Imposta comunale sulla pubblicità e diritto sulle pubbliche affissioni riscossa a seguito dell’attività ordinaria di gestione”.

Visti
Gli art. 107, 192 del d.lgs 267/2000;
il D.Lgs 50/2016;
art. 7 bis comma 3 del D.lgs 33/2013;
gli art. 44 e 64 dello Statuto del Comune di Bologna.
DETERMINA

Per le motivazioni esposte in premessa e che qui si intendono integralmente richiamate:

1) Di procedere all’indizione della procedura aperta di cui all’art. 60 del Codice, lotto unico, per la concessione a titolo oneroso dello sfruttamento commerciale dei pali di illuminazione pubblica mediante installazione di impianti pubblicitari della durata triennale con decorrenza 01.01.2020 e con possibilità di rinnovo per un ulteriore periodo di tre anni, tramite il Sistema per gli Acquisti telematici dell’Emilia Romagna (SATER) per un valore medio annuo di € 850.200,00 (oneri fiscali esclusi) e pari ad € 2.550.600,00 (nel 1° triennio) (oneri fiscali esclusi) e pari ad € 5.101.200,00 (comprensivi dell'opzione di eventuale rinnovo) (oneri fiscali esclusi);

2) Di stabilire quale canone nel 1° triennio da versare all’Amministrazione posto a base d’asta e soggetto a rialzo in €279.000,00 (oneri fiscali esclusi) e pari a € 558.000,00 (iva esclusa) (quale valore comprensivo dell’opzione di rinnovo);
3) Di stabilire che il criterio di aggiudicazione sarà a favore dell’operatore economico che offrirà il canone per il 1° triennio più alto di quello posto a base di gara;

4) Di approvare i seguenti documenti quali parti integranti e sostanziali del presente provvedimento e i modelli necessari alla partecipazione da parte degli operatori economici interessati e che qui vengono elencati:
  • Progetto del servizio (ai sensi dell’art. 2 commi 14 e 15 del Codice),
  • Disciplinare di gara,
  • Capitolato Speciale,
  • Istanza di partecipazione,
  • Modello dichiarazioni integrative al DGUE,
  • Patto di integrità approvato con determinazione dirigenziale del Segretario generale P.G.N. 285457/2014 (come aggiornato con P.G.N. 384486/2016);
  • Elenco posizioni (Allegato A: Elenco Pali per pubblicità permanente e Allegato B: Elenco Pali per pubblicità temporanea)
  • Schema di Piano Economico Finanziario (PEF)-Allegato C-
  • Allegato D1-Relazione tecnica di verifica per pali in CAC da 9 metri con base da 27.5 cm;
  • Allegato D2- Relazione tecnica di verifica per pali in CAC da 9 metri con base da 31.5 cm;
  • Allegato D3- Relazione tecnica di verifica pali in acciaio curvato da 9 metri con base da 13.9 cm.
  • Estratto di gara da pubblicare su G.U.R.I.
5) Che ai documenti elencati al punto 4) potranno essere apportate, fermo restando il contenuto sostanziale degli stessi, modifiche e precisazioni che dovessero rendersi necessarie per esigenze procedurali, senza necessità di atto espresso per l’approvazione di tali eventuali modifiche, coerentemente con i principi generali dell’attività amministrativa e di non aggravio del procedimento;

6) i canoni a favore dell’Amministrazione Comunale a seguito della procedura di gara saranno accertati ed introitati sul Bilancio 2020 e seguenti al capitolo E32700-000 del Peg “Proventi per la concessione di spazi per l’installazione di impianti pubblicitari e per la concessione di impianti comunali e di supporti e prestazioni connesse per l’affissione di manifesti – servizio rilevante agli effetti dell’IVA – tributo compreso” conto finanziario E.3.01.03.01.003 “Proventi da concessioni di beni”;
7) l’imposta di pubblicità, derivante dalle dichiarazioni dell’imposta di pubblicità e dalle denunce per eventuali nuove esposizioni, verrà introitata per le annualità 2020,2021 e 2022 e sarà accertata ed introitata al Bilancio 2020 e seguenti al capitolo E00300-000 del Peg “Imposta comunale sulla pubblicità-gettito di competenza” conto finanziario E.1.01.01.53.001 “Imposta comunale sulla pubblicità e diritto sulle pubbliche affissioni riscossa a seguito dell’attività ordinaria di gestione”;

8) di procedere all’aggiudicazione anche in presenza di una sola offerta purchè valida e ritenuta idonea per l’Amministrazione e di non procedere all’aggiudicazione nel caso in cui nessuna delle offerte presentate sia ritenuta conveniente o idonea ai sensi dell’art. 95, comma 12 del codice;
9)che sul capitolo U07200-000 – impegno n 0319004604 di € 800,00 costituito con determinazione dirigenziale Pg. 284141/2019, trova copertura finanziaria la spesa per la contribuzione dovuta all’ANAC in attuazione dell’art. 1 comma 65 e 67 della L. 23 dicembre 2005 n. 266 che in applicazione della Delibera dell’Anac n. 1174 del 19.12.2018 prevede per la presente procedura € 800,00 a carico della stazione appaltante;
10) Che ai sensi dell’art.31 del D.lgs 50/2016 il Capo Area delle Risorse Finanziarie Dott. Mauro Cammarata è il Responsabile Unico del procedimento.
11) Di dare atto che con l’aggiudicatario si procederà alla stipula di contratto di concessione in modalità forma elettronica in forma di atto pubblico amministrativo con le clausole essenziali del relativo capitolato speciale, subordinatamente all’accertamento sul possesso de requisiti descritti ed in materia di prevenzione della delinquenza di tipo mafioso il cui esito positivo determinerà l’efficacia dell’aggiudicazione;
12) Di dare atto che le spese necessarie per effettuare la pubblicazione dell’estratto del bando di gara sulla G.U.R.I. (Gazzetta Ufficiale Repubblica Italiana) ai sensi dell’art. 73 comma 4 e del DM Ministero Infrastrutture e Trasporto del 2.12.2016 Gazzetta Ufficiale n. 20 del 25.01.2017, e per estratto su un quotidiano nazionale e su un quotidiano a diffusione locale, saranno rimborsata dall’aggiudicatario della procedura aperta di gara in oggetto nel rispetto dell’art. 5 comma 2 del DM 02.12.2016;
13) Di procedere al rispetto degli obblighi di pubblicazione ai sensi dell’art.29 del D.lgs 50/2016, e secondo quanto previsto dal D.lgs 33/2013 e ss.mm.ii.






Allegati al documento