Dettaglio Ordinanza dei Settori

| Home |  

Dati generali dell'atto

PG (Nr. / Anno) 4489972018
Unità di riferimento Area Sicurezza Urbana Integrata
Data sottoscrizione Oct 31, 2018
Oggetto ATTIVITA' DI BONIFICA BELLICA A SEGUITO DI RINVENIMENTO DI ORDIGNO NEL COMUNE DI PIANORO (BO), NEI PRESSI DI VIA DEL PERO, AL CONFINE CON IL COMUNE DI BOLOGNA, PREVISTA PER DOMENICA 18 NOVEMBRE 2018.
Data di termine validità 11/19/18

Testo dell'atto

IL SINDACO


Premesso che, in Comune di Pianoro (BO), frazione Rastignano, nei pressi di via del Pero 12, all'interno dell'alveo del torrente Savena, al confine con il Comune di Bologna, durante lavori di scavo, è stato occasionalmente rinvenuto un ordigno bellico risalente al 2° conflitto mondiale, di fabbricazione americana del peso di 100 libbre circa, ancora armato di entrambe le spolette potenzialmente efficienti.

Dato atto delle risultanze emerse durante la riunione tenutasi presso la Prefettura - U.T.G. di Bologna in data 25/10/2018.

Richiamato il provvedimento prefettizio Prot. n. 8942/2018/A5.9 emesso a tutela della privata e pubblica incolumità con il quale, prendendo atto della relazione tecnica e delle indicazioni in essa contenuta rappresentate dalla competente Autorità Militare, Nucleo EOD del Comando Reggimento Genio Ferrovieri - Uff. OAI - di Castelmaggiore (BO), viene disposta per domenica 18 novembre 2018 la messa in sicurezza dell'ordigno sul luogo di ritrovamento e successivo brillamento in altro sito.

Considerato che l'operazione di bonifica, per quanto precede, richiede, alla luce delle indicazioni rappresentate dal Comando Reggimento Genio Ferrovieri - Uff. OAI - di Castelmaggiore (BO), l'adozione di particolari misure di sicurezza a tutela della incolumità della popolazione consistenti nell'evacuazione di persone presenti negli edifici e nelle strade ed alla interdizione della circolazione stradale in un'area - c.d. "danger zone" - costituita da un cerchio avente raggio di 1516 metri dal luogo in cui si trova l'ordigno, per cui rientra anche parte del Comune di Bologna.

Ritenuto urgente e necessario, a tutela della pubblica incolumità e sicurezza pubblica, procedere a dare esecuzione in data 18/11/2018 al sopracitato provvedimento prefettizio, prevedendo in particolare:
- l'evacuazione e quindi l'allontanamento della popolazione che si trovi a qualsiasi titolo nella "danger zone" entro le ore 07.00, non rientrandovi fino a cessate esigenze, ovvero per il tempo necessario per le operazioni di messa in sicurezza dell'ordigno e successiva rimozione;
- la cessazione di ogni attività entro le ore 07.00 e fino a cessate esigenze;
- la cessazione della circolazione veicolare e pedonale nella zona interdetta dalle ore 07.00 fino al termine delle operazioni.

Visto:
- il provvedimento Prot. n. 8942/2018/A5.9 emesso dal Prefetto - U.T.G. di Bologna;
- il D.Lgs. n. 267 del 18/8/2000, artt. 50 e 54, così come modificato dall'art. 6 del D.L. n. 92 del 23/5/2008, convertito con modificazione dalla L. n. 125 del 24/7/2008, in materia di provvedimenti contingibili ed urgenti;
- la L. n. 225 del 24/02/92, art. 15 e s.m.i. e il T.U. Prot.Civ.;
- il "Piano Operativo Comunale" redatto dall'U.I. Protezione Civile, per la parte relativa al Comune di Bologna.

Su proposta del Dirigente U.I. Protezione Civile dell'Area Sicurezza Urbana Integrata del Comune di Bologna
O R D I N A

nel giorno di domenica 18/11/2018, nella zona di pericolo costituita da un cerchio con raggio di 1516 metri dal luogo in cui si trova l'ordigno:

1) entro le ore 07.00 e sino al termine delle attività di disinnesco, l'allontanamento temporaneo e precauzionale di tutta la popolazione, presente a qualsiasi titolo, nelle vie e nei civici di seguito riportati:

VIA LA BASTIA1, 1/1, 2, 4, 5, 5/2, 7, 9, 11, 13
LOCALITA' CASTELL'ARIENTI2, 3, 3/2, 4, 5, 7
VIA A. BACCHI DELLA LEGA3, 5, 7, 12, 14
VIA BEPPE FENOGLIO1, 3, 5, 7, 9
VIA CESARE PAVESE5, 7, 8, 10, 11, 12, 13, 14, 15, 16, 16/2, 16/3, 18, 18/2, 18/3, 18/4, 18/5, 20, 20/2, 22, 24, 27, 29, 31, 33, 35, 39, 41, 43, 45, 45/2, 45/3, 45/4, 45/5, 45/6, 45/7, 45/8, 47
VIA DEL PALEOTTO2, 3, 5, 5/3, 6, 7, 8, 9, 9/4, 11, 13, 13/7, 13/10, 15
VIA DEL POGGIO1, 3
VIA DELLA PALMA6, 8, 10
VIA DELLE LASTRE2
VIA DI JOLA1, 2, 3, 4, 5, 6
VIA DI MONTE DONATO8/2, 10, 12, 14, 16, 17, 18, 19, 20
VIA GAIBARA1, 2, 2/1, 2/2, 2/3, 2/4, 2/5, 3, 3/2, 4, 5, 7, 7/2, 7/3, 7/4, 9, 9/2, 9/4, 9/5, 11, 11/1, 11/2
VIA GIUSEPPE BOSI1, 2, 3, 4, 5, 6, 7, 8, 8/2, 10, 12, 14, 14/2, 16, 18, 20, 22
VIA PIETRO CANONICI1, 3, 4, 5, 6, 7, 8, 9, 10, 11, 12, 13, 14, 16, 18
VIA PIETRO DA ANZOLA2, 3, 4, 5, 6, 7, 8, 10, 12, 14, 16
VIA RAMBERTINO BUVALELLI1, 2, 3, 4, 5, 6, 8, 10, 12
VIA TORRIANE7, 9
VIA TOSCANA155, 157, 159, 161, 163, 175, 177, 179, 181, 188, 190, 194/4, 198, 200, 200/2, 200/3, 202, 202/2, 202/3, 202/4, 206, 206/1, 206/2, 206/3, 206/4, 209, 210/2, 212, 213, 213/2, 215, 215/2, 215/3, 215/4, 215/5, 217, 219, 221, 223, 225, 227, 231, 233, 233/1, 233/2, 233/3, 235, 237, 237/3, 237/4, 239, 241, 243, 245, 247, 249
VICOLO DEL BOSCO18/2, 20

e comunque anche in tutti gli immobili o manufatti di qualsiasi genere, strade o porzioni di queste, terreni purché rientranti nella "danger zone" predetta, anche se privi di numero civico o raggiungibili mediante accessi posti in altro luogo a cui, in tale caso, se accertato, si estenderà la presente ordinanza.
2) entro le ore 07.00 e sino al termine delle attività di disinnesco, la cessazione, nella zona interessata, di ogni attività di qualsiasi natura con l'allontanamento di tutti coloro che vi si trovano presenti;
3) dalle ore 07.00 e fino a cessate esigenze, l'interdizione della circolazione veicolare e pedonale, giusta ordinanza emessa dal Settore Mobilità Sostenibile e Infrastrutture, nelle vie rientranti nella "danger zone".

Ordina inoltre

Al Comando della Polizia Municipale - Area Sicurezza Urbana Integrata:
- di procedere alla consegna della presente ordinanza a tutte le persone residenti e dimoranti negli immobili, ivi compresi i terreni, siti nei numeri civici delle vie predette e comunque in altri immobili o manufatti di qualsiasi genere, che si trovino all'interno della zona pericolosa ovvero “danger zone”, anche se privi di numero civico o raggiungibili mediante accessi posti in altro luogo;
- di procedere all'evacuazione e/o allontanamento di tutte le persone residenti, dimoranti negli immobili di cui sopra o comunque presenti nella zona predetta, come da planimetria allegata, con la collaborazione della Consulta Provinciale del Volontariato di Protezione Civile, nel giorno di domenica 18/11/2018 entro e non oltre le ore 07,00 fino a cessate esigenze.
Al Settore Mobilità Sostenibile ed Infrastrutture:
- di adottare i necessari provvedimenti per la regolazione, l'interruzione e la vigilanza della circolazione stradale nella zona in argomento.
All'U.I. Gare dell'Area Risorse Finanziarie:
- di provvedere, in raccordo con l'U.I. Protezione Civile, al transennamento della zona di pericolo il giorno domenica 18/11/2018 entro le ore 07,00.
Alle Direzioni dell'Area Welfare e Promozione Benessere della Comunità e del Quartiere Savena:
- di rendere funzionale, anche per quanto precede, per il giorno domenica 18/11/2018 entro le ore 07,00 e sino a cessate esigenze:
a) il presidio sanitario per eventuali persone non autosufficienti, o che presentino particolari esigenze sanitarie e/o terapeutiche, individuato all'interno della struttura dell'ASP Città di Bologna - Centro Servizi Giovanni XXIII, sito in Bologna, Viale Roma n. 21;
b) il centro di raccolta per ospitare le persone interessate all'evacuazione, individuato presso Villa Mazzacorati, sito in via Toscana n. 17.

D I S P O N E

- che la presente ordinanza sia immediatamente affissa all'Albo Pretorio online e sia trasmessa mediante email:

- Al Comandante della Polizia Municipale,
- Al Direttore del Settore Mobilità Sostenibile ed Infrastrutture,
- Al Dirigente dell'U.I. Gare dell'Area Risorse Finanziarie,
- Al Direttore dell'Area Welfare e Promozione Benessere della Comunità,
- Al Direttore del Quartiere Savena;

nonché comunicata a mezzo P.E.C.:
- Alla Prefettura di Bologna - Ufficio Territoriale di Governo,
- Alla Questura di Bologna,
- Al Comando Provinciale dei Carabinieri di Bologna,
- Al Comando Reggimento Genio Ferrovieri - Uff. OAI - di Castelmaggiore (BO),
- Al Comando Provinciale Vigili del Fuoco di Bologna,
- All'Agenzia Regionale per la Sicurezza Territoriale e la Protezione Civile - Servizio Area Reno e Po di Volano, sede di Bologna,
- Alla Città Metropolitana di Bologna,
- Al Comune di Pianoro,
- Al Comune di San Lazzaro,
- Alla Consulta Provinciale del Volontariato di Protezione Civile;

inoltre pubblicata sul sito web del Comune di Bologna e comunque con ogni altra forma in grado di assicurare la più ampia diffusione e conoscenza del contenuto (mass media, social network, volantini, affissioni in luoghi pubblici frequentati).
AVVERTE
Che l'inosservanza alla presente ordinanza comporta la denuncia ai sensi dell'art. 650 c.p.

RENDE NOTO
che contro la presente ordinanza è ammesso ricorso al T.A.R. entro 60 giorni dalla data di pubblicazione all'Albo Pretorio.
Si invita la cittadinanza alla massima collaborazione ed in particolare:
- a collaborare con il personale impiegato, agevolando l'abbandono della zona interdetta;
- a segnalare eventuali casi di non autosufficienza che necessitano di assistenza;
- per i proprietari di animali, ad assumere le dovute precauzioni per la salvaguardia degli stessi.





F.TO IL SINDACO
    Virginio Merola


| Home |