Dettaglio Interventi Straordinari di Emergenza

| Home |  

Dati generali dell'atto

PG (Nr. / Anno) 3155872019
Unità di riferimento Area Welfare e Promozione del benessere della comunità
Data sottoscrizione Jul 9, 2019
Oggetto EMERGENZA SANITARIA DOVUTA AL VIRUS DENGUE TRASMESSO DALLA ZANZARA TIGRE


Testo dell'atto

IL SINDACO




- Vista la necessità di intervenire a tutela della salute pubblica per prevenire malattie infettive trasmissibili all’uomo attraverso la puntura di insetti vettori, ed in particolare della zanzara tigre;
- Considerato che nella giornata di 08/07/2019 è pervenuta agli uffici comunali la segnalazione da parte dell' AUSL di Bologna di un caso accertato di Dengue che interessa alcune aree del Quartiere Santo Stefano;
- Considerato al riguardo che l’intervento principale per la prevenzione di queste malattie consiste nella massima riduzione possibile della popolazione di zanzara tigre, e che pertanto è necessario rafforzare la lotta all’insetto medesimo, agendo principalmente tramite la rimozione dei focolai larvali e con adeguati trattamenti adulticidi e larvicidi in area pubblica e privata;
- Viste le indicazioni impartite dalla Regione Emilia Romagna (delibera 785 del 20/05/2019) che dispongono l’effettuazione di interventi adulticidi, larvicidi e di eliminazione dei focolai larvali per un raggio di 100 metri dal luogo dove si sono manifestati i casi di sosta o permanenza di soggetti malati, a carico della Pubblica Amministrazione;
- Che gli interventi da eseguire – indicata dalla Delibera 785/19 - sono :
1. adulticidi in orario notturno in aree pubbliche,
2. adulticidi, larvicidi e rimozione dei focolai in aree private (porta-porta),
3. contestuale trattamento larvicida nelle tombinature pubbliche.
- Rilevato che sono presenti aree pubbliche stradali e aree private, quali aree cortilive, aree agricole, balconi, davanzali, lastrici solari;
- Rilevato che l’area di intervento comprende alcune abitazioni di via Dagnini, Largo Lercaro, via Gigli, via Ruggi, via Silvagni
Visti
- la legge 23.12.1978, n. 833;
- gli artt. 50 e 54 del D.Lgs. 18.8.2000, n. 267;
- la L.R. 4.5.1982, n.19;
- l’art. 344 del T.U. Leggi Sanitarie (R.D. 27.7.1934, n.1265) e successive modifiche ed integrazioni;
- gli artt. 18, 141, 144, 147 e 148 del Regolamento d’Igiene per la tutela della salute e dell’ambiente;
- la Delibera della Regione Emilia Romagna n. 785 del 20 maggio 2019;
ORDINA

a tutti i residenti, amministratori condominiali, operatori commerciali, gestori di attivita’ produttive e in generale a tutti coloro che abbiano l’effettiva disponibilita’ di aree aperte o abitazioni nelle aree specificate in narrativa

1. di permettere l’accesso degli addetti alla disinfestazione per l’effettuazione dei trattamenti larvicidi, adulticidi e la rimozione dei focolai larvali presenti in area cortiliva privata;
2. di chiudere le finestre durante le ore notturne, in quanto verranno eseguiti interventi di disinfestazione in aree stradali, nelle notti comprese tra il 9/07/2019 e il 12/07/2019 ;
ORDINA INOLTRE

3. di attenersi a quanto prescritto dagli addetti alla attività di rimozione dei focolai larvali per evitare che tali focolai abbiano a riformarsi;
4. di affiggere la copia della presente ordinanza negli spazi di ingresso dei corpi scala delle proprie abitazioni;
5. di attenersi alle indicazioni dell'art. 148 del Regolamento di Igiene per quanto concerne le modalità di gestione delle aree in propria disponibilità

COMUNICA INOLTRE

che e' possibile rivolgersi per ulteriori informazioni ai seguenti numeri telefonici:
- 051 203040 Call Center
- 051 2197011 Q.re Santo Stefano
AVVERTE

che in caso di inosservanza delle disposizioni contenute nella presente ordinanza si procedera’ all’applicazione di sanzione amministrativa pecuniaria compresa tra € 25,00 ed € 500,00 , ai sensi dell’art. 7bis del D.Lgs. 267/2000;
DISPONE

che all’esecuzione, alla vigilanza sull’osservanza delle disposizioni della presente ordinanza ed all’accertamento ed all’irrogazione delle sanzioni provvedano, per quanto di competenza, il Corpo di Polizia Municipale, l’Azienda Usl di Bologna, Corpo Provinciale Guardie Ecologiche Volontarie, nonché ogni altro agente od ufficiale di polizia giudiziaria a ciò abilitato dalle disposizioni vigenti.




F.TO IL SINDACO
    Virginio Merola



| Home |