Atto della Giunta

 

Dati dell' atto

PG (Nr. / Anno) 223793  /  2018
Progr. (Nr. / Anno) 131  /  2018
Data seduta 05/06/2018
Data esecutività 05/06/2018
Unità di riferimento Ambiente e Verde
Oggetto PIANO DI COLTIVAZIONE E SISTEMAZIONE FINALE DEL POLO ESTRATTIVO CAPPELLINA SITUATO IN COMUNE DI BOLOGNA. APPROVAZIONE ESITO PROCEDURA DI V.I.A.


Testo dell'atto

LA GIUNTA


Premesso che:

- con deliberazione Prog 282/2016, PG 343928/2016 è stato approvato lo schema di accordo con Cave Nord srl, ai sensi dell'art. 11 della legge 241/1990 e dell'art. 24 della L.R. 7/2004 relativo all'esercizio dell'attività estrattiva sul territorio comunale nel Polo estrattivo denominato "Cappellina";

- il progetto è stato redatto in conformità al Piano delle Attività Estrattive del Comune di Bologna (approvato con OdG n. 43/2010 Pg.n. 311130/2009) e dei contenuti dell'Accordo tra Comune di Bologna e Cave Nord srl stipulato in data 31.10.2016 (Rep. N. 2182/2016) ai sensi dell'art. 24 della LR 7/2004;

- l'area di intervento è localizzata nel settore nord occidentale del Comune di Bologna, nel Quartiere Borgo Panigale-Reno, al confine con il Comune di Calderara di Reno;

- il progetto consiste nella coltivazione di un giacimento di ghiaia e sabbia alluvionale e successiva sistemazione morfologica e vegetazionale, da svolgersi nell'arco di tre fasi attuative (Prima fase, Seconda fase e Terza fase) della durata complessiva di 12 anni;

- l'intervento appartiene alla tipologia progettuale B.3.2 "Cave e torbiere" di cui agli Allegati A e B alla LR 9/1999 e s.m.i., pertanto sarebbe assoggettato a procedura di verifica (screening), tuttavia, in accordo con i contenuti dell'art. 53 della LR 15/2013, poiché il progetto interessa aree indicate all'art. 4 comma 1, lettera b), punti 7 e 8 della LR 9/1999 e s.m.i., lo stesso risulta assoggettato alla procedura di Valutazione di Impatto Ambientale (VIA) ai sensi del Titolo III della LR 9/1999 e s.m.i. e del D.Lgs 152/2006 e s.m.i. ;

- nel corso di svolgimento della procedura di VIA (avviata ai sensi della LR 9/1999 e s.m.i. e del D.Lgs 152/2006 e s.m.i.), la Regione Emilia-Romagna ha emanato la Legge Regionale n. 4/2018 "Disciplina della valutazione dell'impatto ambientale dei progetti" e pertanto, data l'abrogazione della LR 9/1999 e s.m.i, la fase conclusiva della procedura stessa è stata svolta in conformità alla nuova normativa regionale;

Considerato che:

- in data 24.07.2017 (PG n. 265869/2017) è stata acquisita agli atti dell'autorità competente Comune di Bologna Settore Ambiente e Verde – Ufficio V.I.A., l'istanza di attivazione della procedura di VIA presentata dalla società Cave Nord srl e, come prescritto dalla normativa al momento vigente, alla domanda sono stati allegati il Progetto Definitivo dell'intervento, lo Studio di Impatto Ambientale, la dichiarazione sostitutiva di atto di notorietà del costo previsto di progettazione e realizzazione del progetto e la ricevuta di avvenuto pagamento delle spese istruttorie e che sulla documentazione presentata è stata svolta la verifica di completezza come previsto dalla normativa vigente e che tale verifica ha avuto esito positivo;

- con comunicazione PG n. 308960/2017 del 04.09.2017, ai sensi della normativa regionale in materia di VIA e della Legge n. 241/1990 e s.m.i, è stata data comunicazione di avvio del procedimento ed in data 06.09.2017 è stato pubblicato sul Bollettino Ufficiale della Regione Emilia-Romagna l'avviso di avvenuto deposito e da tale data hanno avuto inizio i 60 giorni previsti per la libera consultazione della documentazione e la presentazione di eventuali osservazioni all'autorità competente;

- la documentazione è stata depositata, in formato cartaceo, presso l'Autorità competente e presso il Servizio Valutazione Impatto e Promozione Sostenibilità Ambientale della Regione Emilia-Romagna, oltre ad essere resa disponibile sul sito web del Comune di Bologna;

- adeguata informazione e pubblicizzazione sono state inoltre date tramite pubblicazione all'Albo Pretorio del Comune di Bologna (comunicazione PG n. 306931/2017) e al Quartiere Borgo Panigale-Reno, territorialmente interessato dall'intervento (comunicazione PG n. 308347/2017);

- né nel periodo di deposito, né successivamente, sono pervenute osservazioni;

- al fine di istruire e valutare l'istanza presentata e la relativa documentazione, l'Ufficio V.I.A. ha provveduto ad individuare gli Enti e i soggetti portatori di interessi e ha convocato la Conferenza dei Servizi istruttoria per il giorno 26.09.2017, in contraddittorio con il proponente;

- a seguito di quanto discusso nel corso della Conferenza e sulla base dell'istruttoria svolta, con lettera del 29.11.2017 (PG n. 435228/2017) si è ritenuto opportuno richiedere integrazioni al proponente l'intervento, assegnando trenta giorni di tempo per presentare la documentazione richiesta (come previsto dall'art. 15 bis della LR 9/1999 e dall'art. 27 bis del D.Lgs 152/2006);

- il proponente (con comunicazione PG n. 44094/2018) ha richiesto una sospensione del termine di cui sopra per poter predisporre la documentazione integrativa richiesta, sospensione accordata con comunicazione PG n. 49360/2018, ed ha prodotto la documentazione integrativa, acquisita agli atti con PG n. 64906/2018 del 12.02.2018 e pubblicata sul sito web dell'Autorità competente;

- in data 06.03.2018 (convocazione PG nn. 74958/2018 – 75526/2018) e in data 15.05.2018 (convocazione PG n. 169912/2018) si sono tenute due riunioni di CdS decisorie, in contraddittorio con il proponente;

Dato atto che:
- alcuni degli Enti partecipanti alla CdS hanno espresso parere in forma scritta, mentre altri Enti si sono espressi nell'ambito dei lavori della Conferenza e che nel corso della riunione conclusiva del 15.05.2018 è stata data lettura del testo del "Rapporto sull'Impatto Ambientale" condividendone i contenuti;

- gli Enti hanno all'unanimità deciso la Valutazione di Impatto Ambientale positiva ai sensi dell'art. 27-bis del D.Lgs 152/2006 e dell'art. 20 della LR 4/2018, sul progetto in esame in quanto tale progetto, secondo gli esiti della Conferenza di Servizi, è ambientalmente compatibile a condizione che siano rispettate le condizioni ambientali individuate in CdS e riportate nel Verbale conclusivo della Conferenza dei Servizi;

Dato atto inoltre che:
- la Valutazione di Impatto Ambientale positiva obbliga il proponente a conformare il progetto alle condizioni ambientali in essa contenute e le stesse condizioni ambientali sono vincolanti per le amministrazioni competenti al rilascio di intese, concessioni, autorizzazioni, licenze, pareri, nullaosta, assensi comunque denominati necessari per la realizzazione del progetto e non rilasciabili in sede di procedura di VIA;

- successivamente all'approvazione del Verbale conclusivo della Conferenza dei Servizi, il proponente dovrà seguire l'iter di approvazione dei Piani di Coltivazione e Sistemazione (in seguito PCS) delle singole fasi attuative ai sensi della LR 17/1991;

Visto il documento inerente il "Verbale conclusivo della Conferenza dei Servizi" (e relativi Allegati), allegato al presente provvedimento quale parte integrante e sostanziale;

Valutata l'opportunità di dichiarare il presente atto immediatamente esecutivo, ai sensi del D.Lgs. 267/2000, al fine di consentire in tempi celeri la definizione dell'iter previsto dalle vigenti normative;

Dato atto che la presente deliberazione non comporta riflessi diretti o indiretti sulla situazione economica-finanziaria o sul patrimonio dell'ente;

Visti:
il Decreto Legislativo 152/2006 e s.m.i.;
la L.R. 4/2018;

Preso atto, ai sensi dell'art. 49, comma 1, del D.Lgs 18 agosto 2000, n. 267, così come modificato dal D.L. 174/2012, del parere favorevole in ordine alla regolarità tecnica espresso dal Responsabile del Settore Ambiente e Verde e della dichiarazione del Responsabile dell'Area Risorse Finanziarie che il parere in ordine alla regolarità contabile non è dovuto;

Su proposta del Settore Ambiente e Verde, congiuntamente al Dipartimento Urbanistica, Casa e Ambiente;

A voti unanimi e palesi;
DELIBERA

1. DI APPROVARE, per le ragioni dettagliatamente descritte in premessa, l'esito della procedura di Valutazione di Impatto Ambientale ai sensi della LR 9/1999 e smi, del D.Lgs 152/2006 e s.m.i. e della LR 4/2018, svolta sul Piano di coltivazione e sistemazione finale del Polo estrattivo Cappellina, situato in Comune di Bologna, ed il Verbale conclusivo della Conferenza dei Servizi (e relativi Allegati: Allegato 1- Elenco degli elaborati, Allegato 2- Verbali della Conferenza dei Servizi ed Allegato 3- Pareri ricevuti), allegati quale parte integrante al presente provvedimento, contenenti le indicazioni e condizioni ambientali per la successiva progettazione dei singoli Piani di coltivazione e sistemazione delle tre Fasi attuative, nonché sui monitoraggi e controlli;

2. DI DARE ATTO che ai sensi della LR 4/2018 il presente provvedimento sarà comunicato al proponente ed agli Enti e soggetti interessati;

3. DI DEFINIRE che l'efficacia temporale del provvedimento di VIA, ai sensi di quanto stabilito dall'art. 25 c. 5 del D.Lgs 152/06 e s.m.i., viene stabilita in 12 anni, pari alla prevista durata dell'attività di cava, specificando che, preliminarmente alla presentazione dei PCS relativi alle fasi 2 e 3, dovrà essere presentato all'Ufficio V.I.A. del Settore Ambiente e Verde un apposito report che documenti lo stato di avanzamento dell'intervento, le condizioni al contorno e loro eventuali cambiamenti, una verifica dell'efficacia delle mitigazioni attuate e ogni elemento utile al fine di potere eseguire una specifica valutazione in merito alla validità delle trattazioni svolte nello Studio di Impatto Ambientale (SIA) e alle considerazioni e condizioni ambientali oggetto della presente procedura e che qualora ciò non possa essere confermato o per modifiche al progetto ricadenti negli specifici casi previsti dalle leggi ambientali in materia, dovrà essere attivata idonea procedura di valutazione di impatto ambientale;

4. DI DARE ATTO che il Verbale conclusivo della Conferenza dei Servizi verrà pubblicato, per estratto sul BURERT e in forma integrale sul sito web del Comune di Bologna, con le indicazioni delle modalità per prendere visione di tutta la documentazione e delle valutazioni;

5. DI DEFINIRE inoltre che, a seguito dell'approvazione del presente provvedimento, il proponente elaborerà i singoli Piani di Coltivazione e Sistemazione finale delle tre Fasi attuative da sottoporre all'Amministrazione comunale per l'ottenimento dell'autorizzazione estrattiva e che tali elaborati verranno sottoposti a verifica di ottemperanza alle condizioni ambientali contenute nel Verbale conclusivo della Conferenza dei Servizi;

infine con votazione separata all'unanimità,
DELIBERA

DI DICHIARARE la presente deliberazione immediatamente eseguibile, ai sensi dell'art. 134 comma 4 del D.Lgs. 267/2000.






Documenti allegati - parte integrante

Dateiname
Verbale conclusivo CdS.pdf
ALLEGATI 1-2-3.pdf