Atto della Giunta

 

Dati dell' atto

PG (Nr. / Anno) 456135  /  2017
Progr. (Nr. / Anno) 323  /  2017
Data seduta 21/12/2017
Data esecutività 07/01/2018
Unità di riferimento Area Risorse Finanziarie - Dipartimento Cura e Qualità del Territorio - Mobilità Sostenibile e Infrastrutture - Polizia municipale
Oggetto DESTINAZIONE DEI PROVENTI DELLE SANZIONI AMMINISTRATIVE PECUNIARIE PER L'ANNO 2018 IN ATTUAZIONE DEGLI ARTT. 142 E 208 DEL D.LGS. N. 285/92 "NUOVO CODICE DELLA STRADA" E SUCCESSIVE MODIFICAZIONI.


Testo dell'atto

LA GIUNTA



Premesso che il D.Lgs. 30 aprile 1992, n. 285 e successive modificazioni stabilisce che i proventi delle sanzioni amministrative pecuniarie devono essere devoluti a specifiche finalità definite dagli artt. 142 e 208 del sopra menzionato provvedimento normativo e che a tale scopo la Giunta Comunale ne individua annualmente le relative quote di destinazione;

Atteso che l'art. 142 del D.Lgs. 285/1992 in merito alle sanzioni derivanti dall'accertamento delle violazioni dei limiti massimi di velocità al c. 12-ter stabilisce, che: "Gli enti di cui al comma 12-bis destinano le somme derivanti dall'attribuzione delle quote dei proventi delle sanzioni amministrative pecuniarie di cui al medesimo comma alla realizzazione di interventi di manutenzione e messa in sicurezza delle infrastrutture stradali, ivi comprese la segnaletica e le barriere, e dei relativi impianti, nonché al potenziamento delle attività di controllo e di accertamento delle violazioni in materia di circolazione stradale, ivi comprese le spese relative al personale, nel rispetto della normativa vigente relativa al contenimento delle spese in materia di pubblico impiego e al patto di stabilità interno";

Atteso che la modifica introdotta all'art. 208 dalla Legge n. 120 del 29 luglio 2010 stabilisce, che: 1) una quota non inferiore al 12,5% del totale delle sanzioni sia destinato ad interventi di sostituzione, ammodernamento, potenziamento, messa a norma e manutenzione della segnaletica delle strade di proprietà dell'ente; 2) una quota non inferiore al 12,5% del totale delle sanzioni sia destinato al potenziamento delle attività di controllo e di accertamento delle violazioni in materia di circolazione stradale, anche attraverso l'acquisto di automezzi, mezzi e attrezzature dei Corpi e dei servizi di polizia provinciale e di polizia municipale; 3) una quota non inferiore al 25% del totale delle sanzioni sia destinato ad altre finalità connesse al miglioramento della sicurezza stradale, relative alla manutenzione delle strade di proprietà dell'ente, all'installazione, all'ammodernamento, al potenziamento, alla messa a norma e alla manutenzione delle barriere e alla sistemazione del manto stradale delle medesime strade, alla redazione dei piani,  a  interventi  per  la  sicurezza stradale a  tutela  degli  utenti  deboli,  quali  bambini,  anziani, disabili, pedoni e ciclisti, allo svolgimento, da parte degli  organi di polizia locale, nelle scuole di ogni  ordine  e  grado,  di  corsi didattici finalizzati all'educazione stradale, a misure di assistenza e di previdenza per il personale e a interventi a favore della mobilità ciclistica;

Atteso inoltre che ai sensi del comma 5 bis dello stesso articolo una quota dei proventi di cui al precedente punto 3) può essere destinata ad assunzioni stagionali a progetto nelle forme di contratti a tempo determinato e a forme flessibili di lavoro, ovvero al finanziamento di progetti di potenziamento dei servizi di controllo finalizzati alla sicurezza urbana e alla sicurezza stradale, nonché a progetti di potenziamento dei servizi notturni e di prevenzione delle violazioni di cui agli articoli 186, 186-bis e 187 e all'acquisto di automezzi, mezzi e attrezzature dei Corpi e dei servizi di polizia provinciale e di polizia municipale di cui alle lettere d-bis) ed e) del comma 1 dell'articolo 12, destinati al potenziamento dei servizi di controllo finalizzati alla sicurezza urbana e alla sicurezza stradale;

Atteso che gli enti determinano annualmente, con delibera di Giunta, le quote da destinare alle finalità di cui al comma 12-ter dell'art 142 D.Lgs 285/92 e al comma 4 della citata legge n. 120/2010 e che resta facoltà dell'ente destinare in tutto o in parte la restante quota del 50 per cento dei proventi alle finalità del citato comma 4 (comma 5, art. 40 legge 120/2010);

Considerato che con delibera consiliare PG n. 403361/2017, è stato adottato il bilancio di previsione 2018 - 2020 del Comune di Bologna;

Atteso che con deliberazione della Giunta Comunale PG N. 453335/2017, è stato adottato il Piano esecutivo di gestione 2018 - 2020 di cui all'art. 169 del D.Lgs. 267/2000;

Rilevato che il Piano esecutivo di gestione evidenzia, ai capitoli E31550-000, E31550-010, i proventi delle sanzioni amministrative in materia di circolazione stradale con una previsione complessiva di euro 62.000.000,00 ed un relativo Fondo Crediti di dubbia esigibilità pari ad euro 17.528.574,00, al capitolo E36400-000 i rimborsi provenienti dalle notificazioni delle violazioni con una previsione di Euro 10.000.000,00 ed un relativo Fondo Crediti di dubbia esigibilità pari ad euro 5.000.000,00, oltre a spese per accertamento, notifiche e riscossione pari ad euro 11.500.000,00 e ne individua, con apposita annotazione, i capitoli di spesa corrispondenti secondo le quote di destinazione di cui al prospetto allegato, facente parte integrante del presente provvedimento;

Ritenuto di destinare eventuali ulteriori risorse nonchè quelle che dovessero essere non prioritariamente necessarie per le finalità indicate nell'allegato, alla spesa di personale connessa alla realizzazione di progetti di potenziamento dei servizi e delle attività di controllo finalizzati alla sicurezza urbana e stradale e all'accertamento delle violazioni in materia di circolazione stradale;

Preso atto, ai sensi dell'art. 49, comma 1, del D.Lgs. 18 Agosto 2000, n. 267, così come modificato dal D.L. 174/2012, dei pareri favorevoli in ordine alla regolarità tecnica espressi rispettivamente dai Responsabili dell'Area Risorse Finanziarie, del Dipartimento Cura e Qualità del Territorio, del Settore Mobilità sostenibile e Infrastrutture e del Settore Polizia Municipale e del parere favorevole in ordine alla regolarità contabile espresso dal Responsabile dell'Area Risorse Finanziarie;

Su proposta dell'Area Risorse Finanziarie, congiuntamente con il Dipartimento Cura e Qualità del Territorio ed i Settori Mobilità sostenibile e Infrastrutture e Polizia Municipale;

A voti unanimi e palesi
D E L I B E R A

DI DETERMINARE le quote di cui agli artt. 142 e 208 del D.Lgs. 30 aprile 1992, n. 285 e successive modificazioni come evidenziato nel prospetto allegato, facente parte integrante del presente provvedimento, e riscontrate nel Piano esecutivo di gestione per l'esercizio 2018 adottato dalla Giunta Comunale con propria deliberazione PG N. 453335/2017.




Documenti allegati - parte integrante

Dateiname
Prospetto destinazione proventi sanzioni codice strada 2018.pdf