Atto della Giunta

 

Dati dell' atto

PG (Nr. / Anno) 206194  /  2018
Progr. (Nr. / Anno) 127  /  2018
Data seduta 29/05/2018
Data esecutività 29/05/2018
Unità di riferimento Piani e Progetti Urbanistici
Oggetto MODIFICA E INTEGRAZIONE DELLA CONVENZIONE URBANISTICA REP. N. 20950 DEL 26 GIUGNO 2010 PER L'ATTUAZIONE DEL PIANO URBANISTICO ATTUATIVO PER IL RECUPERO DELLA ZONA DI DEGRADO URBANISTICO - EDILIZIO R4 SITA IN BOLOGNA, VIA DELLA GUARDIA NN. 22, 24, 26, 28.


Testo dell'atto

La Giunta


Premesso che:

con atto del Commissario Straordinario, con i poteri del Consiglio Comunale, P.G. n. 133545/2010, Prog. n. 88/2010, del 21/06/2010, veniva approvato il “Piano Particolareggiato di iniziativa privata per il recupero della zona di degrado urbanistico edilizio “R4” di cui al PRG '85 sita in via Della Guardia nn. 22-24-26-28”, Quartiere Borgo Panigale – Reno, e la relativa convenzione urbanistica da stipularsi tra il Comune di Bologna e i proprietari delle aree coinvolte;

l’intervento di recupero prevede fondamentalmente la demolizione di alcuni fabbricati e il recupero della superficie utile per la realizzazione di edilizia residenziale (Su mq. 3555,64) oltre alla realizzazione di una serie di opere interne ed esterne al comparto e alla cessione al Comune delle aree destinate a opere di urbanizzazione;

la convenzione urbanistica, Rep. n. 20950, sottoscritta il 26/06/2010, a ministero del Notaio Alberto Valeriani, è tuttora in corso, in atti al presente provvedimento;

con la sottoscrizione della convenzione gli attuatori si sono impegnati, per sè e aventi causa, in aggiunta agli oneri dovuti e alla realizzazione e cessione degli standard previsti per il tipo di intervento programmato, a destinare alla locazione a canone calmierato, così come previsto dall'art. 32 della L. n. 457/78, una quota di alloggi, pari al 20% della superficie utile abitativa (circa 711,13 mq) per un periodo minimo di quattro anni prorogabile, alla prima scadenza, per altri due, oltre alla realizzazione di un intervento di ristrutturazione di un fabbricato sito in via Fattori, nel medesimo Quartiere, di proprietà del Demanio dello Stato ma a disposizione del Comune per finalità pubbliche, per un importo di Euro 250.000,00 al netto di spese tecniche e oneri fiscali;

nel frattempo la proprietà delle aree interessate dall'intervento è stata trasferita alla società Dumont srl con sede legale in Bologna alla piazza Dei Martiri 1943 1945 1/2 che in virtù delle previsioni di cui all'art. 23 della convenzione in essere ha acquisito i relativi obblighi;

l’attuale attuatore ha chiesto di monetizzare l’onere di riservare una quota parte degli alloggi alla locazione a canone calmierato;

l’Amministrazione, inoltre, ha valutato di destinare diversamente l’importo di Euro 250.000,00 previsto per la ristrutturazione di Via Fattori a vantaggio del progetto di riqualificazione, con ampliamento di circa 230 mq, di un complesso immobiliare di proprietà del Comune di Bologna, denominato “ex Vivaio Bastia”, sito in Casalecchio di Reno, via Canonica n. 99 e con accesso anche da via Sanzio a Bologna (Quartiere Borgo Panigale – Reno);

detto immobile è inserito tra i beni a sostegno delle libere forme associative del Quartiere Borgo Panigale - Reno e il suo utilizzo per lo sviluppo e l’attuazione di politiche pubbliche sociali, culturali, educative, formative e sportive, in cui coinvolgere le realtà sociali presenti sul territorio, è più funzionale alle attuali priorità di questa Amministrazione;

il Comune di Bologna, infatti, di concerto con il Quartiere di riferimento, Quartiere Borgo Panigale – Reno, intende recuperare la suddetta struttura per adibirla a luogo pubblico, riconosciuto e riconoscibile dalla cittadinanza, sicuro e accogliente, per progettare, creare e attivare opportunità di formazione, socializzazione e di coesione sul territorio, in sinergia con i soggetti strutturati della rete territoriale (scuole, fondazioni artistiche e culturali, parrocchie, centri sportivi, associazioni culturali e ricreative, centri giovanili);

Considerato che:

l’intervento interessa un’area ricadente nel territorio del Comune di Casalecchio di Reno, disciplinata, quindi, dai relativi strumenti urbanistici, le caratteristiche planivolumetriche dello stesso sono subordinate alla valutazione positiva del Consiglio Comunale di detto Comune in virtù delle previsioni di cui all’art. 3.3.2 del Regolamento urbanistico ivi vigente;

a tal fine il Comune di Bologna ha presentato al Comune di Casalecchio una proposta di intervento, comprensiva del predetto ampliamento, da sottoporre a valutazione dell’organo consigliare;

in ragione della sua collocazione territoriale (sul confine tra i due Comuni) si è inteso promuovere un uso condiviso del complesso immobiliare per le medesime finalità; il Comune di Casalecchio di Reno e il Quartiere Borgo Panigale-Reno, infatti, sono contigui e formano un unico bacino all'interno della Città Metropolitana, caratterizzato da continui scambi della popolazione residente, che utilizza indifferentemente i servizi dei due territori; la mobilità tra i due territori interessa, in particolare, la popolazione giovanile che usufruisce dei servizi scolastici, culturali e ricreativi offerti da entrambi i Comuni;

con deliberazione consigliare n. 5 del 01/02/2018 il Comune di Casalecchio di Reno approvava le caratteristiche planivolumetriche dell’intervento e lo schema di convenzione regolante i rapporti con il Comune di Bologna per la gestione e utilizzo condiviso del complesso immobiliare in oggetto (la convenzione avrà durata pari a venti anni, rinnovabili);

Verificato che:

nelle schede del Programma Obiettivo del Quartiere per l’esercizio 2018 alla voce 2. Programma triennale dei lavori pubblici e degli investimenti 2018-2020 - Stralcio dallo schema di Piano Poliennale dei Lavori pubblici e degli investimenti 2018 -2019 di cui al volume 7 del Documento Unico di Programmazione è previsto tra le opere programmate nell'anno 2018 l’intervento di completamento e manutenzione straordinaria del complesso immobiliare suddetto; nelle more di realizzazione dei lavori e affidamento degli spazi alle associazioni che verranno selezionate, al fine di scongiurare occupazioni non autorizzate e il totale abbandono del suddetto complesso immobiliare, l’amministrazione ha affidato la custodia dello stesso per tutto il 2018 e comunque fino al completamento degli interventi di manutenzione straordinaria previsti già per l’anno in corso;

con deliberazione P.G. n. 137824/2018, O.d.G. n. 279/2018 del 23/04/2018, "VARIAZIONE AL BILANCIO DI PREVISIONE 2018 - 2020 - PARZIALE APPLICAZIONE DELL'AVANZO DI AMMINISTRAZIONE DELL'ESERCIZIO 2017 (VAR. 8/2018), il Consiglio Comunale apportava al Bilancio di previsione 2018 - 2020, una variazione all'esercizio 2018 di applicazione di parte del risultato di amministrazione dell'esercizio 2017; con deliberazione P.G. n. 137834/2018, Progr. n. 85/2018 del 24/04/2018, "PIANO ESECUTIVO DI GESTIONE 2018 - 2020 - VARIAZIONE IN ATTUAZIONE DELLA DELIBERAZIONE CONSILIARE PG N. 137824/2018 (VAR. 8/2018), la giunta apportava al Bilancio di previsione 2018 - 2020 una variazione al capitolo U72310-070 del Peg 2018 di euro 430.000,00;

con deliberazione P.G. n. 143250/2018, O.d.G. n. 295/2018, del 07/05/2018, il Consiglio Comunale ha proceduto alla "APPROVAZIONE DEL SECONDO ADEGUAMENTO DEL 'PROGRAMMA DEI LAVORI PUBBLICI 2018-2020', Codice Intervento 5626 "Completamento urbanizzazione di Via della Guardia - ex Vivaio Bastia", AI SENSI DELL'ART.216 - COMMA 3 - DEL D.LGS.N.50/2016 E DELL' 'ELENCO ANNUALE DEI LAVORI PER IL 2018."; tra detti lavori rientrano anche quelli sull'ex Vivaio Bastia finanziati con l'applicazione del predetto avanzo per complessivi Euro 430.000,00;

la possibilità di convogliare l’investimento di Euro 250.000,00 a favore di un immobile di proprietà del Comune, quale l'ex vivaio Bastia, collocato in un’area comunque attigua a quella oggetto dell’intervento di recupero inserito nel Piano Particolareggiato in oggetto, consente di implementare ulteriormente il processo di riqualificazione cui l'immobile è sottoposto;

Dato atto che:

la società Dumont s.r.l. si è inoltre impegnata a consegnare al Comune di Bologna il progetto definitivo ed esecutivo relativo all'intervento di recupero del complesso immobiliare predetto, comprensivo di elaborati architettonici, strutturali ed impiantistici;
le spese accessorie, quali oneri per allacciamenti, eventuali accatastamenti, contratti per utenze, che dovrebbero essere a carico della proprietà relative all'intervento di recupero predetto, cui verrà destinato l'importo di Euro 250.000,00, si possono forfettariamente quantificare in Euro 14.000,00; l'onere complessivo 250.000 sia posto a carico della società Dumont srl è, quindi, pari a Euro 264.000,00, da versare all’atto della sottoscrizione della convenzione che qui si intende approvare;


il Comune di Bologna si impegna a destinare detto importo all’intervento di riqualificazione dell’immobile denominato “ex Vivaio Bastia”, sito in Casalecchio di Reno;

gli strumenti di programmazione saranno adeguati conseguentemente al presente atto;

gli alloggi da destinare alla locazione a canone calmierato di cui sopra, in virtù delle previsioni di cui all’art. 16 della convenzione in essere, “possono essere individuati anche fuori dall’edificio oggetto di intervento, ma comunque nell’ambito del territorio comunale.”, risulta accoglibile la richiesta di monetizzazione avanzata dall’attuatore, da destinare alle politiche abitative dell’Ente; detta monetizzazione è stata quantificata in Euro 68.527,00 in seguito all'applicazione dei criteri di cui alle tabelle parametriche del Piano Operativo Comunale (POC) di Qualificazione Diffusa attualmente vigente per i contratti di durata non inferiore a 15 anni, prendendo a riferimento il coefficiente previsto per via Pontelungo (Euro 353 al mq), situazione più prossima a via della Guardia, rapportato alla durata minima del contratto di locazione prevista dall'art. 17 della convenzione Rep n. 20950/2010 (anni 4) moltiplicato per la superficie complessiva destinata all'edilizia convenzionata (728 mq);

al fine di adeguare la convenzione in essere alle mutate esigenze, le parti intendono sottoscrivere una convenzione di modifica delle predette previsioni; per tutto quanto ivi non espressamente disciplinato trovano applicazione le restanti previsioni della convenzione del 2010;

Atteso che in data 19/11/2015 la società Dumont srl, in virtù delle previsioni di cui all'art. 23 della convenzione in essere e a garanzia della realizzazione delle opere interne ed esterne al comparto e della ristrutturazione di via Fattori, ha presentato polizza fideiussoria a favore del Comune (fideiussione bancaria n. 0000442; fideiussore Emil Banca – Credito Cooperativo – Società Cooperativa); ad avvenuto versamento della somma di Euro 264.000,00, il Comune di Bologna procederà, pertanto, al corrispondente parziale svincolo della predetta fideiussione; con la sottoscrizione della convenzione che qui si intende approvare, le parti convengono di inserire tra gli obblighi garantiti quello di consegna dei progetti, definitivo ed esecutivo, relativi all'intervento di recupero suddetto, comprensivi di elaborati architettonici, strutturali ed impiantistici per un importo garantito pari a circa 100.000,00 euro; la parte residua della fideiussione copre, pertanto, le spese di progettazione definitiva/esecutiva (Iva e Cassa Previdenziale incluse); sarà onere del soggetto attuatore fornire al Comune un’appendice alla citata fideiussione a copertura di detto ulteriore obbligo che si intenderà completamente assolto dopo l’approvazione in linea tecnica dei progetti da parte del Comune di Bologna e il rilascio del relativo titolo abilitativo da parte del Comune di Casalecchio di Reno;

Dato atto, altresì, che:

il contenuto del presente atto comporta riflessi diretti e indiretti sulla situazione economico-finanziaria e sul patrimonio dell'ente e che tali riflessi non sono stati valutati nel bilancio di previsione dell’ente, ma l’efficacia degli atti che daranno esecuzione alla presente deliberazione è subordinata all’adeguamento degli strumenti di programmazione”;

ai sensi dell' art. 39 del D.Lgs. n. 33/2013 la presente deliberazione è pubblicata sul sito www.comune.bologna.it nella sezione Amministrazione Trasparente - Pianificazione e Governo del Territorio;

il Responsabile del procedimento è individuato nella persona del Direttore del Settore Piani e Progetti Urbanistici, Arch. Francesco Evangelisti;

Preso atto, ai sensi dell'art. 49, comma 1, del D.Lgs. 18 Agosto 2000, n. 267, così come modificato dal D.L. 174/2012, del parere favorevole in ordine alla regolarità tecnica espresso dal Responsabile del Settore Piani e Progetti Urbanistici e del parere favorevole in ordine alla regolarità contabile espresso dal Responsabile dell'Area Risorse Finanziarie;

Sentito il Quartiere Borgo Panigale - Reno, il Settore Edilizia e Patrimonio, il Settore Manutenzione;

Su proposta del Settore Piani e Progetti Urbanistici congiuntamente al Dipartimento Urbanistica, Casa e Ambiente;

A voti unanimi e palesi

DELIBERA

1. DI AUTORIZZARE la monetizzazione dell'onere di riservare una quota parte degli alloggi (20%) da realizzare in attuazione del Piano Particolareggiato di iniziativa privata per il recupero della zona di degrado urbanistico edilizio “R4” di cui al PRG '85 sita in via Della Guardia nn. 22-24-26-28” alla locazione a canone calmierato, versando in sua vece la somma di Euro 68.527,00 da destinare alle politiche abitative dell’Ente;

2. DI AUTORIZZARE l’Amministrazione a destinare l’importo di Euro 250.000,00 previsto per la ristrutturazione di Via Fattori a vantaggio del progetto di riqualificazione, con ampliamento di circa 230 mq, del complesso immobiliare di proprietà del Comune di Bologna, denominato “ex Vivaio Bastia”, sito in Casalecchio di Reno, via Canonica n. 99 e con accesso anche da via Sanzio a Bologna (Quartiere Borgo Panigale – Reno); il soggetto attuatore verserà la somma complessiva di Euro 264.000,00 comprensiva di spese accessorie forfettariamente quantificare in Euro 14.000,00;

3. DI PROCEDERE, conseguentemente, all’approvazione, per i motivi esposti in premessa che qui si intendono integralmente richiamati, della convenzione allegata parte integrante del presente atto al fine di modificare la convenzione Rep. n. 20950, sottoscritta il 26/06/2010, a ministero del Notaio Alberto Valeriani, che rimane in vigore per le parti non espressamente modificate;

4. DI DARE ATTO che il Direttore del Settore Piani e Progetti Urbanistici provvederà alla relativa sottoscrizione con il soggetto attuatore e potrà apportarvi in sede di stipula le modifiche che si rendessero utili o necessarie, fatta salva la sostanza del negozio come configurato con il presente provvedimento;

5. DI SUBORDINARE l’efficacia degli atti che daranno esecuzione alla presente deliberazione all’adeguamento degli strumenti di programmazione;

6. DI DARE ATTO che la convenzione stipulata dovrà essere registrata e trascritta nelle forme di legge;

7. DI DARE ATTO che ai sensi dell' art. 39 del D.Lgs. n. 33/2013 la presente deliberazione è pubblicata sul sito www.comune.bologna.it nella sezione Amministrazione Trasparente - Pianificazione e Governo del Territorio.

Infine, con votazione separata, all'unanimità,
DELIBERA

DI DICHIARARE la presente deliberazione immediatamente eseguibile ai sensi dell'art. 134, comma 4, del D.Lgs. 18 Agosto 2000, n. 267.




Documenti allegati - parte integrante

File Name
Convenzione via della Guardia.pdf