Atto della Giunta

 

Dati dell' atto

PG (Nr. / Anno) 274166  /  2018
Progr. (Nr. / Anno) 149  /  2018
Data seduta 03/07/2018
Data esecutività 03/07/2018
Unità di riferimento Ambiente e Verde
Oggetto APPROVAZIONE DI VARIANTE AL PROGETTO  OPERATIVO DI BONIFICA  DEL SITO CONTAMINATO LOCALIZZATO A BOLOGNA, IN PIAZZA DI PORTA CASTIGLIONE 14/C  A BOLOGNA (P.V.C. AGIP 5516).


Testo dell'atto

LA GIUNTA


Premesso che:

- ad Eni S.p.A. Divisione Refining & Marketing, con sede a Zola Predosa (Bo) in Via Rigosa 48/A, è stata rilasciata autorizzazione all’esecuzione del Piano di Caratterizzazione (PG 210763/2002), ai sensi del D.Lgs 22/97 e del D.M. 471/99, dell’ex P.V.C. AGIP n. 5516 sito a Bologna in Piazza di Porta Castiglione 14/c;

- con deliberazione della Giunta Comunale, PG 117115/2007, Progr. 148/2007, sono stati approvati il progetto Preliminare e il Progetto Definitivo di Bonifica del sito contaminato AGIP n. 5516 ubicato a Bologna in Piazza di Porta Castiglione 14/c, ai sensi del D.Lgs. 152/2006 e ss.mm.;

- ad Eni S.p.A.- Divisione Refining & Marketing (di seguito Eni), con sede a Zola Predosa (Bo) è stata rilasciata l'autorizzazione (PG 167359/2007) per l'attuazione dei Progetti Preliminare e Definitivo di bonifica , successivamente prorogata con atto PG 229710/2009;

Premesso, inoltre:

- che gli interventi eseguiti non sono stati sufficienti a raggiungere gli obiettivi di bonifica autorizzati per il sito (riferiti ai suoli, ed alle acque sotterranee), permanendo contaminazione in entrambe le matrici trattate; di conseguenza, il Comune di Bologna, con propria comunicazione PG 28965/2011, ha respinto la proposta tecnica di proseguimento delle attività ed ha prescritto una serie di azioni da intraprendere per l'aggiornamento del modello concettuale del sito;

- che, a seguito del diniego, Eni S.p.A. ha presentato nuova proposta di caratterizzazione in relazione alla quale il Comune di Bologna si è espresso con propria comunicazione PG 88045/2011 imponendo ulteriori prescrizioni, successivamente presentate da Eni S.p.A nella conferenza dei servizi del 01 giugno 2012 con un “rapporto tecnico di aggiornamento delle attività svolte nel periodo marzo 2011-dicembre 2011 e analisi di rischio sito specifica” (PG. 75937/2012), ma risultate essere non rispondenti ai criteri della normativa vigente e, comunque, mancante del modello concettuale aggiornato secondo le prescrizioni inviate con PG 28965/2011 e 88045/2011;

- che successivamente Eni S.p.A. ha presentato, con PG 234467/2013, una proposta di aggiornamento della caratterizzazione, poi sviluppata all'interno del documento PG 85268/2014 approvato ed autorizzato con determinazione dirigenziale PG 190729/2014;

Considerato che:

- Eni S.p.A. ha presentato il documento PG 404345/2015 contenente il Piano di caratterizzazione integrativo intitolato "Sintesi delle indagini effettuate, modello concettuale e ulteriori attività di indagine", documento che propone, in sintesi, la realizzazione di una serie di indagini integrative per perfezionare la definizione del modello concettuale del sito, approvato ed autorizzato con determinazione PG 72941/2016;

- Eni S.p.A. ha successivamente presentato il documento PG 330453/16, relativo a progetto unico di bonifica del sito citato; il documento è stato esaminato nella Conferenza dei servizi del 7 novembre 2016 a seguito della quale è stato eseguito un sopralluogo istruttorio e sono state richieste alcune integrazioni;

- con determinazione dirigenziale PG 135572/2017, non essendo pervenute le integrazioni richieste, si è preso atto dell’esito della Conferenza dei Servizi del 7 novembre 2016, nonché degli esiti del sopralluogo istruttorio e del verbale dell'incontro tecnico in ordine alla prosecuzione dell'iter di bonifica del sito contaminato localizzato a Bologna in Piazza di Porta Castiglione 14/C (ex PVC AGIP 5516) ai sensi del D.Lgs. 152/2006 e ss.mm. e ii.;

Rilevato:

- che Eni S.p.A. ha presentato, con istanza P.G. 138083/2018, la proposta di variante del progetto operativo di bonifica, esaminata ed approvata con prescrizioni dalla Conferenza dei Servizi nella seduta del 9 maggio 2018;

- che Syndial Servizi Ambientali Spa, in qualità di attuale mandataria della Eni S.p.A.- Divisione Refining & Marketing, con propria comunicazione PG 260731/2018 ha provveduto a trasmettere le integrazioni richieste dalla Conferenza dei Servizi del 9 maggio 2018.

Visti:

- l'esito favorevole, con prescrizioni, della Conferenza dei Servizi del 9 maggio 2018 il cui verbale è allegato al presente atto quale parte integrante e sostanziale;
- la comunicazione di trasmissione delle integrazioni richieste dalla conferenza.

Dato atto che:

- devono essere rilasciate garanzie fideiussorie di cui all’art. 17, quarto comma del decreto legislativo 5 febbraio 1997, n.22, e all’art. 9 e 12 del D.M. 471 del 25/10/99, rilascio cui è subordinata l’esecuzione del progetto di bonifica;
- che è tuttora attiva una fideiussione dell'importo di euro 986.838,48, presentata da Eni S.p.A. a garanzia degli interventi di bonifica precedentemente autorizzati e che la stessa non necessita di adeguamenti o integrazioni in quanto l’importo copre la somma prevista dal nuovo computo metrico;

Dato atto che la presente deliberazione non comporta riflessi diretti ed indiretti sulla situazione economico-finanziaria o sul patrimonio dell'ente;

Valutata l'opportunità di dichiarare il presente atto immediatamente esecutivo ai sensi dell'art. 134, comma 4, del D.lgs. 267 del 18 agosto 2000 n. 267, al fine dell'attivazione degli interventi previsti per la bonifica del sito;

Visti:
- il Verbale della Conferenza dei Servizi, del 9 maggio 2018, allegato al presente atto quale parte integrante e sostanziale;
- il D.Lgs. 03/04/2006 n. 152 e s.m.i.;
- La L.R. n. 5 del 1/6/06, art. 5, e s.m.i., limitatamente alla parte relativa all'allocazione delle competenze;

Visto l'atto di delega PG 73775/2017;

Preso atto, ai sensi dell'art. 49, comma 1, del D.Lgs. 18 agosto 2000, n. 267, così come modificato dal D.L. 174/2012, del parere favorevole in ordine alla regolarità tecnica espresso dal Responsabile del Settore Ambiente e Verde, nonchè della dichiarazione del Responsabile dell'Area Risorse Finanziarie che il parere in ordine alla regolarità contabile non è dovuto;

Su proposta del Settore Ambiente e Verde, congiuntamente al Dipartimento Urbanistica Casa e Ambiente;

A voti unanimi e palesi;
DELIBERA

1. DI PRENDERE ATTO degli esiti della Conferenza dei Servizi del 9 maggio 2018, il cui verbale è allegato al presente provvedimento quale parte integrante e sostanziale;

2. DI APPROVARE, per le ragioni descritte in premessa ed ai sensi del D.Lgs. 152/2006, la Variante al Progetto Operativo di Bonifica del sito contaminato ubicato a Bologna in Piazza di Porta Castiglione n. 14/C presentato da Eni S.p.A., la cui documentazione è depositata agli atti del Settore Ambiente e Verde con le prescrizioni inerenti l'esecuzione dei lavori ed i tempi di esecuzione riportate nel verbale della suddetta Conferenza dei Servizi;

3. DI DARE ATTO che il Direttore del Settore Ambiente e Verde, o proprio delegato, nell'ambito delle proprie competenze, provvederà a rilasciare l'autorizzazione per la realizzazione degli interventi previsti dalla variante al Progetto Operativo di Bonifica con la facoltà di precisare e/o integrare, se necessario, le prescrizioni già indicate nella Conferenza dei Servizi del 9 maggio 2018;

Infine, con votazione separata, all'unanimità
DELIBERA

– DI DICHIARARE la presente deliberazione immediatamente esecutiva, ai sensi dell'art. 134, comma 4 del D.Lgs. 18 agosto 2000, n. 267 e ss.mm. e ii.




Documenti allegati - parte integrante

Dateiname
Verbale_AGIP Castiglione_180509.pdf