Atto del Consiglio

 

Dati dell' atto

PG (Nr. / Anno) 78255  /  2015
O.d.g. (Nr. / Anno) 200  /  2015
Data seduta 13/04/2015
Data esecutività 25/04/2015
Unità di riferimento Piani e Progetti Urbanistici
Oggetto APPROVAZIONE DELLA 'TAVOLA DEI VINCOLI', RICOGNITIVA DEI VINCOLI E DELLE TUTELE CHE GRAVANO SUL TERRITORIO COMUNALE, AI SENSI DELL'ART.19 COMMA 3 BIS DELLA L.R.N20/2000, COME MODIFICATO DALL'ART.51 DELLA L.R. N 15/2013


Testo dell'atto

La Giunta propone al Consiglio la seguente deliberazione

IL CONSIGLIO

PREMESSO:

che la L.R. 15 del 30 luglio 2013 "Semplificazione della disciplina edilizia" nel perseguire la semplificazione e l'uniformità di interpretazione ed applicazione della disciplina edilizia nell'ambito regionale, ha modificato l'art. 19 della L.R. 20 del 24 marzo, "Disciplina generale sulla tutela e l'uso del territorio", prevedendo che i Comuni si dotino di un apposito strumento conoscitivo denominato "Tavola dei vincoli", nel quale sono rappresentati tutti i vincoli e le prescrizioni che precludono, limitano o condizionano l'uso o la trasformazione del territorio, derivanti oltre che dagli strumenti di pianificazione urbanistica vigenti, dalle leggi, dai piani sovraordinati, generali o settoriali, ovvero dagli atti amministrativi di apposizione di vincoli di tutela;

che tra gli elaborati costituivi del PSC del Comune di Bologna, adottato con delibera di Consiglio n. 157 del 16/07/2007 ed approvato con delibera di Consiglio n. 133 del 14/07/2008, ai sensi dell'art. 2 vi sono anche una serie di tavole che formano la "Carta Unica del Territorio" costituita dagli elaborati conoscitivi e prescrittivi del piano approvato, derivanti da tutele e vincoli recepiti e restituiti;

che ai sensi dell'art. 9 del Piano stesso, il PSC approvato costituisce l'unico riferimento per le verifiche di conformità alla pianificazione sia territoriale che urbanistico-edilizia, degli interventi diretti di trasformazione del territorio (siano essi opere pubbliche o di pubblica utilità o interventi privati), nonchè per il rilascio delle autorizzazioni paesaggistiche di cui al D.Lgs. 42/2004;

DATO ATTO PERTANTO

che il Comune di Bologna, nell'approvare la Carta Unica, si era già dotato di uno strumento che costituisse la base conoscitiva dei vincoli e delle condizioni alle trasformazioni del suolo derivanti da provvedimenti legislativi e pianificatori sovraordinati o da obiettivi di tutela propri della pianificazione comunale;

RILEVATO

che, come precisato all'art. 19 comma 3 ter della L.R. 20 del 2000, così come modificato dall'articolo 51 della citata LR 15/2013, la Tavola dei vincoli, corredata dall'elaborato denominato "Scheda dei Vincoli" che riporta per ciascun vincolo o prescrizione l'indicazione sintetica del suo contenuto e dell'atto da cui deriva, rappresenta a pena di illegittimità un elemento costitutivo di ogni strumento di pianificazione (PSC, RUE, POC, PUA e relative varianti) limitatamente agli ambiti territoriali cui si riferiscono le loro previsioni;

ATTESO

che ai sensi dell'art. 19 comma 3 quinquies della L.R. 20/2000, introdotto dalla L.R. 15/2013, la Regione intende emanare apposito atto di indirizzo con la definizione degli standard tecnici e le modalità di rappresentazione e descrizione dei vincoli e prescrizioni e, con apposita delibera ricognitiva, intende individuare, aggiornare periodicamente e mettere a disposizione dei Comuni con sistemi telematici la raccolta dei vincoli di natura ambientale, paesaggistica e storico testimoniale che gravano sul territorio regionale e alla raccolta e messa a disposizione dei dati conoscitivi e valutativi del territorio interessato da ciascun vincolo;

che in data 7 luglio 2014 la Giunta Regionale con prog. n. 994/2014 ha approvato l"'Atto di coordinamento tecnico regionale per la semplificazione degli strumenti di pianificazione territoriale ed urbanistica, attraverso l'applicazione del principio di non duplicazione della normativa sovraordinata ( artt. 16 e 18 bis, comma 4 L.R. 20/2000) ";

che, con il divieto di duplicazione della normativa sovraordinata e la standardizzazione dei vincoli che da tale normativa derivano, è possibile determinare i principali limiti e condizioni alle trasformazioni edilizie che devono essere rappresentati e regolati dalla c.d. pianificazione urbanistica attraverso la Tavola dei Vincoli introdotta all'art. 19 della legge regionale 20/2000, in modo da assicurare la piena conoscibilità e tutelare, di conseguenza, la certezza delle posizioni giuridiche, come indicato nell'Atto di coordinamento sopra citato;

che con tale provvedimento è stata effettuata una prima ricognizione delle disposizioni incidenti sugli usi e e le trasformazioni del territorio e sull'attività edilizia, che trovano uniforme e diretta applicazione nel territorio della regione Emilia-Romagna;

che le previsioni dell'atto di coordinamento, esplicita la Regione, non sono tassative, sia nel senso che i Comuni, nell’operare la revisione dei loro strumenti, possono individuare altre disposizioni che rientrino nelle categorie elencate dal comma 1 dell’art. 18-bis; sia nel senso che il meccanismo di sostituzione (delle fonti sovraordinate rispetto alle corrispondenti norme previste nei piani) opera anche per quelle normative autoapplicative che non siano elencate nell’atto regionale, in quanto le stesse prevalgono comunque sulle previsioni di piano con esse incompatibili; inoltre, come sottolinea sempre il comma 4 dell’art. 18-bis, l’atto di coordinamento è suscettibile di successive implementazioni e aggiornamenti, anche a seguito del mutamento della normativa vigente;

PRESO ATTO

che nelle more dell'approvazione degli strumenti urbanistici comunali, la Tavola dei vincoli può essere approvata ed aggiornata attraverso la procedura prevista dall'art. 12 comma 2 prevista dalla L.R. 15/72013 attraverso apposite deliberazioni del Consiglio Comunale meramente ricognitive, non costituenti varianti alla pianificazione vigente, e che tali deliberazioni accertano altresì quali previsioni degli strumenti urbanistici comunali e atti attuativi delle stesse hanno cessato di avere efficacia in quanto incompatibili con le leggi, i piani sovraordinati e gli atti sopravvenuti che hanno disposto i vincoli e le prescrizioni immediatamente operanti nel territorio comunale;

RILEVATA

la necessità, nelle more dell'adozione degli atti regionali con la definizione degli standard tecnici e le modalità di rappresentazione e descrizione, di aggiornare la banca dati territoriale e le tavole che rappresentano tutele e vincoli al fine di implementare elementi conosciuti dopo l'approvazione o le modifiche, nel frattempo intervenute, derivanti da leggi e piani sovraordinati, generali e settoriali, nonchè da atti amministrativi di apposizione di vincoli, che sono già messi a disposizione dei cittadini per le verifiche di conformità ma non in maniera organica e strutturata;

VALUTATA

pertanto la necessità di raggiungere tale obiettivo e mettere a disposizione di cittadini e professionisti le informazioni su vincoli e prescrizioni che incidono sulle possibilità di trasformazione del territorio derivanti dagli strumenti di pianificazione urbanistica vigenti attraverso il nuovo strumento introdotto dalla L. R. 15/2013 denominato Tavola dei Vincoli, accompagnata dall'elaborato tecnico Schede dei Vincoli, in conformità alla normativa regionale finora emanata e senza che ciò comporti modifica sostanziale alle previsioni di pianificazione;

DATO ATTO CHE è stato pertanto svolto un ampio lavoro di ricognizione e sistematizzazione dei vincoli e delle tutele da parte del Settore Piani e Progetti Urbanistici con la collaborazione dei Settori Servizi per l'Edilizia, Ambiente ed Energia, Mobilità Sostenibile, Salute Sport e Città Sana, dell'U.I. Protezione Civile della Polizia Municipale, e dei Dipartimenti Cura e Qualità del territorio e Benessere di Comunità;

ESAMINATI

gli elaborati predisposti dal Settore Piani e Progetti Urbanistici , che di seguito si indicano:
Tavola dei Vincoli, a sua volta costituita da 8 serie di tavole, in scala 1:5000, suddivise tra:
Tutele (Risorse idriche e assetto idrogeologico, Stabilità dei versanti, Elementi naturali e paesaggistici,Testimonianze storiche e archeologiche,Rischio sismico) e
Vincoli ( Infrastrutture suolo e servitù,Elettromagnetismo,Infrastrutture per la navigazione aerea),
Scheda dei vincoli,
nonchè la Relazione Illustrativa sui contenuti e le modalità di attuazione del recepimento di leggi, piani sovraordinati ed atti sopravvenuti, che si allega quale parte integrante;

RITENUTO

di provvedere all'approvazione della Tavola dei Vincoli come sopra descritta, dando atto che tali elaborati sono meramente ricognitivi di norme e piani sovraordinati nonchè degli studi e valutazioni già contenuti nella documentazione urbanistica adottata dall'amministrazione Comunale ed esaminata dalla Provincia di Bologna (ora Città Metropolitana) nelle varie fasi di approvazione degli strumenti urbanistici comunali;

che degli stessi elaborati è stata realizzata copia su supporto magnetico, riproducibile e non modificabile, posto in atti al presente provvedimento, che viene ivi approvata, quale passaggio indispensabile per la sua diffusione, anche attraverso i siti web del Comune di Bologna ed alla quale è attribuita efficacia amministrativa;

di stabilire che dalla data di esecutività della presente deliberazione cessano di avere efficacia il Titolo 2 - Tutele e vincoli del Quadro Normativo del PSC ( artt. 8 - 15), le Tavole di Piano costituite dal fascicolo denominato "Le Regole - Carta Unica del Territorio/1" nonchè le sei (6) serie di tavole in scala 1:5.000 denominate "le Regole- Carta Unica del territorio/2"

di stabilire che laddove nel PSC approvato, o in altri strumenti urbanistici, si rinvii alla Carta Unica del Territorio per il recepimento e la restituzione di tutele e prescrizioni e quale riferimento per le dichiarazioni e le verifiche di conformità degli interventi (art. 8 comma 4 e art. 9 comma 2), tale rinvio è ora da intendersi alla Tavola dei Vincoli e relative Schede;

che, ai sensi dell’art. 39 del D.Lgs 33/2013, lo schema della presente proposta di deliberazione è pubblicata sul sito web del Settore Piani e Progetti Urbanistici all’indirizzo www.comune.bologna.it nella sezione Amministrazione Trasparente - Pianificazione e Governo del Territorio – preliminarmente alla sua approvazione;

RICHIAMATE
la legge regionale n. 15/2013,
la legge regionale n. 20/2000,
la Delibera di Giunta Regionale prog. n. 994/2014;

DATO atto che la presente deliberazione non comporta riflessi diretti o indiretti sulla situazione economico finanziaria o sul patrimonio dell'Ente;

PRESO ATTO, ai sensi dell'art. 49, comma1, del D.Lgs 18 agosto 2000, n. 267, così come modificato dal D.L n. 174/2012, del parere favorevole in ordine alla regolarità tecnica espresso dal Responsabile del Settore Piani e Progetti Urbanistici, e della dichiarazione del Responsabile del Settore Finanza e Bilancio che il parere in ordine alla regolarità contabile non è dovuto;

Su proposta del Settore Piani e Progetti Urbanistici, congiuntamente al Dipartimento Riqualificazione Urbana e sentito il Settore Servizi per l'Edilizia;

Sentite le Commissione Consiliari competenti;

A voti unanimi e palesi,
DELIBERA

1. DI APPROVARE la Relazione Illustrativa della Tavola dei Vincoli in allegato quale parte integrante e sostanziale del presente provvedimento;
2. DI APPROVARE la Tavola dei vincoli e le Schede dei vincoli di cui al comma 3ter dell'art. 19 della L.R. n.20 del 2000, come modificato dalla L.R. 15/2013, composta dai seguenti elaborati, riferiti ai commi 1 e 2 dell'articolo 51 della legge regionale n.15 del 2013 che modifica l'art. 19 della legge regionale n. 20 del 2000, ora art. 19 " Carta Unica del Territorio e tavola dei Vincoli": Tavola dei Vincoli, a sua volta costituita da 8 serie di tavole, in scala 1.5000; Scheda dei vincoli ( comma 3 bis art. 19 della L.R. 20/2000); conservati agli atti del Settore;
3. DI DARE ATTO che degli stessi elaborati è stata realizzata copia su supporto magnetico, riproducibile e non modificabile, posto in atti al presente provvedimento, che viene ivi approvata, quale passaggio indispensabile per la sua diffusione, anche attraverso i siti web del Comune di Bologna ed alla quale è attribuita efficacia amministrativa;
4. DI DICHIARARE che dalla data di esecutività della presente deliberazione cessano di avere efficacia:
- il Titolo 2 - Tutele e vincoli del Quadro Normativo del PSC ( artt. 8 - 15),
- le Tavole di Piano costituite dal fascicolo denominato "Le Regole - Carta Unica del Territorio/1"
- le sei (6) serie di tavole in scala 1:5.000 denominate "le Regole- Carta Unica del territorio/2"
5. DI DARE ATTO che la documentazione di cui sopra è meramente ricognitiva della documentazione urbanistica adottata dall'Amministrazione comunale ed esaminata dalla Provincia di Bologna nelle varie fasi di approvazione degli strumenti urbanistici comunali di cui alla L.R. 20/2000, non potendo avere alcuna portata innovativa rispetto alle scelte urbanistiche degli strumenti vigenti;
6. DI DARE ATTO che il Direttore del Settore Servizi per l'Edilizia provvederà all'aggiornamento del sito web del Comune al fine di consentire la consultazione in modalità dinamica della Tavola dei Vincoli e relative Schede.




Documenti allegati - parte integrante

File Name
Vincoli_RelazioneIllustrativa.pdf