Atto della Giunta

 

Dati dell' atto

PG (Nr. / Anno) 279965  /  2018
Progr. (Nr. / Anno) 153  /  2018
Data seduta 03/07/2018
Data esecutività 03/07/2018
Unità di riferimento Area Welfare e Promozione del benessere della comunità
Oggetto MODIFICA DELLA COMPOSIZIONE DEL COMITATO LOCALE PER L 'AREA DELL'ESECUZIONE PENALE ADULTI


Testo dell'atto

LA GIUNTA


Premesso che:

- il Protocollo d'intesa tra il Ministero di Grazia e Giustizia e la Regione Emilia Romagna per il coordinamento degli interventi rivolti ai minori imputati di reato ed agli adulti sottoposti a misure penali restrittive della libertà, pubblicato nel Bollettino Regione Emilia Romagna n. 46 del 8.4.98, parte terza "Strumenti di collaborazione, coordinamento e verifica" punto C, prevede la nomina, da parte delle Amministrazioni locali, dei Comitati locali in materia di esecuzione penale area adulti;

- come previsto ai punti C1b e C2b del citato Protocollo d'intesa, spetta all'Amministrazione comunale di Bologna istituire il Comitato locale per l'area dell'esecuzione penale adulti e definirne la composizione;

- con deliberazione della Giunta Progr. n. 943 del 16.6.1998, P.G. n. 94236/1998, è stato nominato il Comitato per l'area dell'esecuzione penale adulti, successivamente modificato con deliberazioni della Giunta Progr. n. 149 del 21.6.2005, P.G. n. 134061/2005; Progr. n. 264 del 17.10.2006, P.G. n. 223210/2006; Progr. n. 45 del 29.01.2010, P.G. n. 19999/2010;

Considerato che:

- Il DPCM 1 aprile 2008 ha definito “Modalità e criteri per il trasferimento al Servizio sanitario nazionale delle funzioni sanitarie, dei rapporti di lavoro, delle risorse finanziarie e delle attrezzature e beni strumentali in materia di sanità penitenziaria”;

- la Legge 7 aprile 2014, n. 56 “Disposizioni sulle città metropolitane, sulle province, sulle unioni e fusioni di comuni” ha riformato la natura istituzionale e modificato le competenze dell’ex Amministrazione provinciale di Bologna;

- il Consiglio comunale, con propria deliberazione P.G. n. 385164/2016, O.d.G. 1/2017 esecutiva dal 23/01/2017, ha approvato la realizzazione del Servizio sociale territoriale unitario e contestualmente ha dato indicazioni alla Giunta comunale per completare l'assetto di definizione dei servizi e delle attività da assegnare alla competenza gestionale di ASP Città di Bologna;

- con Deliberazione della Giunta comunale P.G. n. 31463/2017, Prog. n. 17/2017 del 31/01/2017 si è stabilito di attribuire ad ASP Città di Bologna, a far data dal 01 marzo 2017, le funzioni di collaborazione e supporto alla governance comunale per le azioni di programmazione e coordinamento della rete dei servizi in materia di grave emarginazione adulta, nonché la progettazione, realizzazione e sviluppo di interventi innovativi in tale ambito, che ricomprendono anche la popolazione adulta in esecuzione penale intra ed extra moenia;

Rilevato che:

- è necessario procedere alla ricostituzione del Comitato locale per l'area dell'esecuzione penale, secondo quanto previsto nel summenzionato Protocollo d'intesa tra il Ministero di Grazia e Giustizia e la Regione Emilia Romagna per il coordinamento degli interventi rivolti agli adulti imputati di reato e agli adulti sottoposti a misure penali restrittive della libertà;

- che il Comitato locale per l'area dell'esecuzione penale è un organo di indirizzo politico che si avvale dell'operatività di gruppi tecnici per l'analisi dei bisogni, la programmazione e la gestione delle attività, il monitoraggio e la verifica dei risultati;

Ritenuto di dichiarare il presente atto immediatamente eseguibile, ai sensi dell'art.134, comma 4, del D.Lgs. 267/2000, per dare corso alla ricostituzione del Comitato Locale per l'area dell'esecuzione penale, in osservanza altresì di quanto disciplinato dal Protocollo sopra citato;

Dato atto che la presente deliberazione non comporta riflessi diretti o indiretti sulla situazione economico-finanziaria o sul patrimonio dell'ente;

Visto l'atto di delega PG n. 76770/2017;

Preso atto, ai sensi dell'art. 49, comma 1, del D.Lgs. 18/08/2000, n. 267, così come modificato dal D.L. 174/2012, del parere favorevole in ordine alla regolarità tecnica espresso dal Responsabile dell'Area Welfare e Promozione del Benessere della Comunità e della dichiarazione del Responsabile dell'Area Risorse Finanziarie che il parere in ordine alla regolarità contabile non è dovuto;

Su proposta dell’Area Welfare e Promozione del Benessere della Comunità;

A voti unanimi e palesi;
DELIBERA

1) DI MODIFICARE, per i motivi indicati in premessa, la composizione del Comitato Locale per l'Area dell'Esecuzione Penale, come previsto dal Protocollo d'Intesa fra il Ministero della Giustizia e la Regione Emilia Romagna per il coordinamento degli interventi rivolti agli adulti sottoposti a misure penali restrittive della libertà, pubblicato sul Bollettino della Regione Emilia Romagna n. 46 del 8.4.98, individuandola come segue:

- Assessore Comunale con delega al Patto per la Giustizia, che lo presiede;

- Assessore Comunale alla Sanità e Welfare, che svolge le funzioni del Presidente in caso di sua assenza o impedimento;

- Consigliere delegato alle Politiche del lavoro della Città metropolitana di Bologna;

- Direttore della Casa Circondariale di Bologna;

- Direttore dell'Ufficio Esecuzione Penale Esterna di Bologna;

- Presidente del Tribunale di Sorveglianza di Bologna;

- Direttore generale dell’AUSL di Bologna;

- Amministratore Unico di ASP Città di Bologna

- Garante dei Diritti delle Persone Private della Libertà Personale del Comune di Bologna;

2) DI DARE ATTO che il Comitato per l'area dell'esecuzione penale, ai sensi Protocollo sopra citato, svolge le funzioni di indirizzo politico-istituzionale avvalendosi anche del supporto di appositi gruppi tecnici e può svolgere altresì funzioni di raccordo con le associazioni di volontariato che operano a favore della popolazione carceraria;

3) DI DEMANDARE ad un successivo Atto del Capo Area Welfare e Promozione del Benessere della Comunità la definizione, da stabilire in accordo con il Direttore generale di ASP Città di Bologna, della natura, composizione e modalità di funzionamento dei gruppi tecnici che opereranno a supporto del Comitato Locale;

Infine, con votazione separata, all’unanimità
DELIBERA

DI DICHIARARE la presente deliberazione immediatamente eseguibile ai sensi dell’art. 134, comma 4, del D.lgs. 18 agosto 2000, n. 267.