Atto della Giunta

 

Dati dell' atto

PG (Nr. / Anno) 125357  /  2017
Progr. (Nr. / Anno) 84  /  2017
Data seduta 11/04/2017
Data esecutività 11/04/2017
Unità di riferimento Area Cultura e Rapporti con l'Università - Dipartimento Economia e Promozione della Città - Direzione Generale
Oggetto AVVIO PROGETTO ROCK - REGENERATION AND OPTIMISATION OF CULTURAL HERITAGE IN CREATIVE AND KNOWLEDGE CITIES -  IN COLLABORAZIONE CON L'UNIVERSITA' DI BOLOGNA E PROVVEDIMENTI CONSEGUENTI


Testo dell'atto

LA GIUNTA




Premesso che:
il Comune di Bologna promuove e partecipa a diversi progetti con partner internazionali nell'ambito delle linee di finanziamento della Commissione Europea;

come sottolineato nel Documento Unico di Programmazione 2017-2019, il Comune valorizza il concetto di “Relazioni Internazionali di Bologna” come complessivo posizionamento del nostro sistema urbano a livello internazionale, con l'obiettivo prioritario di definire un quadro delle possibili azioni da mettere in campo per rafforzare la competitività di Bologna a livello culturale, sociale ed economico;

– nell'ambito del Programma Horizon 2020, il programma per la Ricerca e l’Innovazione dell’Unione Europea per il periodo 2014-2020, bando H2020-SC5-21-2016-2017 – Cultural Heritage as a driver for sustainible growth (Promozione del patrimonio culturale per la crescita sostenibile), nell'asse Climate-Greening the Economy, il Comune di Bologna, in collaborazione con l'Università di Bologna ed altri 30 partner europei, ha presentato in marzo 2016 una proposta di progetto denominata ROCK – Regeneration and Optimisation of Cultural heritage in creative and Knowledge cities, con l’obiettivo di supportare la rigenerazione dei centri storici attraverso il patrimonio culturale quale potente motore di sviluppo sostenibile e di crescita economica, secondo un approccio multi-livello che consideri e combini gli aspetti ambientali, sociali, economici, culturali;

il progetto ROCK, che ha partecipato con altre 20 proposte progettuali alla prima fase di selezione, è risultato tra i 3 migliori progetti, idonei a partecipare alla seconda ed ultima fase di selezione;

a seguito della sottoscrizione del Protocollo tra Comune e Università per valorizzare la cittadinanza universitaria e delineare gli ambiti di condivisione sui quali indirizzare prioritariamente le attività di collaborazione (Rep. 1804 del 6/6/2016 approvato con deliberazione di Giunta Progr.n. 120 del 20/4/2016 P.G.n. 121916/2016), è stata confermata la scelta di situare le azioni dimostrative previste dal progetto all'interno del centro storico bolognese, in particolare nell'area territoriale che si estende da Piazza Maggiore a Via Zamboni;

Con atto d'orientamento P.G. Ris. 286968/2016, la Giunta ha fatto propri i contenuti del progetto ROCK, dando mandato al Capo Area Cultura e Relazioni con l'Università, d'intesa con il Direttore Generale, il Direttore del Dipartimento Economia e Promozione della Città e il Responsabile delle Relazioni e Progetti internazionali, di proseguire l'iter di adesione del Comune di Bologna al suddetto progetto, condividendone gli obiettivi e le linee d'azione con i vari Dipartimenti / Aree interessati, portando a conclusione la redazione della proposta per la scadenza prevista del 6 Settembre 2016;

il progetto indicato è risultato unico vincitore in Europa del suddetto bando e, alla fine della fase di negoziazione con gli uffici della U.E., lo stesso è stato ammesso a finanziamento e le attività in esso previste potranno avere avvio, subordinatamente alla sottoscrizione del contratto (Grant Agreement number 730280), il 1° maggio 2017, con anticipo di un mese rispetto al timing previsto;

Rilevato che:
i contenuti e gli obiettivi specifici del progetto ROCK, con particolare focus delle azioni specifiche che interessano la città di Bologna sono sintetizzati nel documento in atti (doc. 1);

il piano dettagliato di esecuzione delle attività per il raggiungimento degli obiettivi progettuali prevede la realizzazione delle attività suddivise tra i partner di progetto, nell'arco del periodo di tempo dalla data di avvio fissata all'1/05/2017 e la data di conclusione prevista al 30/04/2020, oltre un periodo indicativo di 2 anni per l'attuazione delle attività di monitoraggio del progetto;

il progetto ha un budget complessivo di euro 10.586.948,74 di cui euro 9.873.585,87 di co-finanziamento da parte della Commissione Europea, per il tramite della sua Agenzia Esecutiva per le PMI (EASME);

il budget complessivo per il Comune di Bologna è quantificato in euro 1.084.397,86, prevedendo, altresì, che la Commissione Europea si impegni a finanziare la realizzazione delle attività per un importo pari al 100% della suddetta cifra, come dettagliato nel piano finanziario in atti (doc. 2);

al fine di consentire al Comune di Bologna di sviluppare le attività previste dal progetto, sulla base del contratto e dei relativi allegati – già vincolanti per tutti i Partner sulla base del mandato conferito al Comune di Bologna (coordinatore) in sede di presentazione della proposta progettuale alla Commissione Europea – è necessario procedere alla sottoscrizione di un Accordo di Partenariato tra i Partner nazionali e internazionali del progetto;

Considerato che:
Comune e Università di Bologna hanno iniziato un percorso di lavoro condiviso che ha portato alla sottoscrizione del sopracitato Protocollo d'Intesa con l'obiettivo di valorizzare la cittadinanza universitaria e coinvolgere anche gli studenti nella sperimentazione di interventi di rigenerazione e di cura del patrimonio artistico-culturale, favorendo la mobilità, l'accoglienza e l'accessibilità, in relazione ai tempi e alla vita della città;

vista la priorità e la rilevanza delle relazioni tra Università e Comune per lo sviluppo della città e considerando l'importanza e la complessità del progetto ROCK a livello locale, nazionale e internazionale, risulta basilare l'impostazione di modalità di lavoro congiunte fra i due enti, che sappiano costruire le migliori sinergie e un lavoro all'unisono per garantire una collaborazione continuativa e l'efficacia delle azioni proposte;

per predisporre le suddette modalità di lavoro congiunte nell'ambito del progetto ROCK, si rende opportuna la definizione di una specifica convenzione fra Comune e Università di Bologna con l'obiettivo di ampliare e migliorare lo scambio di competenze e conoscenze, sia in un'ottica di crescita reciproca, che nell'interesse generale della città, valorizzando contemporaneamente la specificità e la vocazione di ciascun ente.

Sulla base del confronto intercorso con l'Università di Bologna e delle specificità del progetto, vengono individuati quali elementi qualificanti della suddetta convenzione:
  • l'individuazione di una figura in ambito universitario a supporto del capo progetto da destinare al coordinamento tecnico scientifico generale, viste le caratteristiche del programma Horizon 2020 e considerata la fondamentale importanza del ruolo ricoperto dai centri di ricerca universitaria, consentendo anche una perequazione delle risorse da destinare all'Università nell'ambito di ROCK, rispetto alle prime stime economiche del progetto;
  • l'attivazione da parte dell'Università di Bologna di un dottorato intersettoriale che possa riguardare anche dipendenti comunali coinvolti nel progetto, in un'ottica di reciproco scambio di conoscenze e know-how fra enti;
  • la formazione di un comitato guida permanente, definito dal capo progetto in stretto raccordo con il Direttore Generale del Comune di Bologna e d'intesa con il responsabile del progetto dell'Università di Bologna, con l'obiettivo di avvalersi delle diverse competenze professionali necessarie e trasversali ai vari ambiti di interesse del progetto;
  • la individuazione di un'unità operativa di progetto presso la sede di Palazzo d'Accursio del Comune di Bologna, che operi a supporto del suddetto comitato guida, individuando contestualmente l'estensione di spazi operativi di lavoro nel distretto culturale intorno a Via Zamboni;
– Per quanto riguarda il Comune di Bologna, il capo progetto di ROCK, d'intesa con il Direttore generale, individuerà un gruppo di lavoro intersettoriale che garantisca la più efficace gestione delle azioni previste e delle risorse assegnate al Comune stesso attraverso il progetto;
Considerato, inoltre, che:
l'Urban Center verrà coinvolto direttamente nel funzionamento del comitato guida permanente del progetto, in relazione all'importante ruolo svolto come partner di ROCK affiliato al Comune di Bologna nello sviluppo dei processi partecipativi inerenti ai living lab e nel raccordo dei contenuti specifici del progetto con gli obiettivi dell'Asse 6 del POR FESR 2014-2020;

l'interconnessione fra gli ambiti di intervento del progetto ROCK con il sopramenzionato Asse 6 del POR FESR 2014-2020 e, in particolare, con le azioni in ambito culturale, che vedono il coinvolgimento diretto della Fondazione Cineteca di Bologna, rendono opportuna la collaborazione operativa di una figura interna alla Cineteca stessa, quale elemento di “cerniera” ROCK / Asse 6, anche in relazione alle sue specifiche competenze in materia di management ed economia della cultura (vedi comunicazione in atti);

Rilevato infine che la U.I. Relazioni e Progetti Internazionali del Dipartimento Economia e Promozione della Città, offre assistenza specialistica ai settori dell'Amministrazione Comunale nelle attività di coprogettazione, gestione e rendicontazione di progetti co-finanziati dalla Unione Europea, nell'ambito di diversi programmi tra i quali anche il Programma Quadro per la Ricerca e l'Innovazione denominato Horizon 2020;

Dato atto che il contenuto del presente atto comporta riflessi diretti sulla situazione economico-finanziaria e che tali riflessi non erano stati valutati nel bilancio di previsione dell'ente ma parzialmente nella delibera di "Variazione al Bilancio di Previsione 2017-2019 (Var. 92017) - P.G. n. 104183/2017 O.d.G. n. 161/2017 in corso di adozione e l'efficacia degli atti che daranno esecuzione alla presente deliberazione è subordinata all'adeguamento degli strumenti di programmazione sulla base delle fasi di attuazione del Programma;

Preso atto, ai sensi dell’art. 49, comma 1, del Decreto Legislativo 18.08.2000 n. 267, così come modificato dal D.L. 174/2012, del parere favorevole in ordine alla regolarità tecnica espresso dal Responsabile Area Cultura e Rapporti con l'Università, dal Responsabile Dipartimento Economia e Promozione della Città e dal Direttore Generale e del parere favorevole in ordine alla regolarità contabile espresso dal Responsabile dell'Area Risorse Finanziarie;

Ritenuto di dichiarare la presente deliberazione immediatamente eseguibile, ai sensi dell'art. 134, comma 4, del D.Lgs. 18 agosto 2000, n. 267 stante l'urgenza di provvedere per consentire l'avvio delle azioni necessarie a realizzare il progetto;

Su proposta dell' Area Cultura e Rapporti con l'Università, d'intesa con il Direttore Generale e il Dipartimento Economia e Promozione della Città

A voti unanimi e palesi;
DELIBERA


1. DI CONDIVIDERE gli obiettivi e le linee d'azione del progetto ROCK – Regeneration and Optimisation of Cultural heritage in creative and Knowledge cities – come descritto in premessa e dettagliato in atti;

2. DI DARE MANDATO al Capo Area Cultura e Rapporti con l'Università, in quanto capo progetto:
  • di sottoscrivere il contratto con la Commissione Europea e l'Accordo di Partenariato con i partner di progetto e di valutare, nel corso dell'implementazione delle azioni progettuali, eventuali modifiche da sottoporre all'approvazione della Commissione UE, nel rispetto del contratto;
  • di adottare tutti gli atti amministrativi e contabili necessari per la buona gestione del progetto e dare attuazione alla presente deliberazione, ivi compresa la sottoscrizione della convenzione con l'Università di Bologna relativa al progetto ROCK, in stretto raccordo con il Direttore Generale e secondo quanto indicato in premessa;

Infine, con votazione separata, all'unanimità;
DELIBERA

DI DICHIARARE la presente deliberazione immediatamente eseguibile ai sensi dell'art. 134, comma 4, del D.lgs. 18 agosto 2000, n. 267.