.
Dettaglio provvedimento

Numero / Anno 262717  /   2018

Unità di riferimento Area Risorse Finanziarie - UI Gare PON METRO

Data esecutività 20/06/2018

Oggetto DETERMINAZIONE A CONTRARRE - PROCEDURA NEGOZIATA - RDO SUL ME.PA. - AFFIDAMENTO INCARICO VERIFICA VULNERABILITA' SISMICA AI SENSI DEL DPCM 9/02/11 SULL'EDIFICIO DENOMINATO PALAZZETTO DELLO SPORT 'PALADOZZA' RIENTRANTE NELL'ASSE 2 - AZIONE 2.1.2 - PROGETTO BO2.1.2A - INTERVENTO BO2.1.2A.1 DEL PIANO OPERATIVO CITTA' DI BOLOGNA, NELL'AMBITO DEL PROGRAMMA OPERATIVO NAZIONALE CITTA' METROPOLITANE 2014-2020. IMPORTO APPALTO: EURO 39.578,00 COSI' SUDDIVISO: IMPORTO A BASE DI GARA (SOGGETTO A RIBASSO): EURO 38.778,00 - ONERI DELLA SICUREZZA NON SOGGETTI A RIBASSO: EURO 800,00.

.


Programma Operativo Nazionale “Città Metropolitane 2014-2020”
Asse 2 sostenibilità dei servizi pubblici e della mobilità urbana (OT 4 “Energia sostenibile e qualità della vita” – FESR);
Azione 2.1.2
Progetto BO2.1.2a: Risparmio energetico negli edifici pubblici
Intervento BO2.1.2a.1: Palazzetto dello Sport - Paladozza
COD. INT. 5973
CUP: F34J17000020007
CIG: ZF922B12CC

IL DIRIGENTE
Premesso che:
- con P.G. 25583/2016 del 02/02/2016 è stato approvato lo schema di convenzione con l’Agenzia per la coesione territoriale per l’attuazione del Programma Operativo Nazionale città metropolitane 2014-2020 (PON Metro);
- il Programma Operativo Nazionale "Città Metropolitane 2014 – 2020" (PON Metro), adottato dalla Commissione europea con Decisione C (2015) 4998 del 14 luglio 2015, si inserisce nel quadro dell’Agenda urbana nazionale e delle strategie di sviluppo urbano sostenibile delineate nell’Accordo di Partenariato per la programmazione 2014-2020 (adottato dalla Commissione Europea in data 29 ottobre 2014), in linea con gli obiettivi e le strategie dell'Agenda urbana europea, che identifica le aree urbane come territori chiave per cogliere le sfide di crescita intelligente, inclusiva e sostenibile proprie della Strategia Europa 2020 e che vede coinvolta, tra altre città metropolitane, anche la città di Bologna;
- per consentire la traduzione operativa degli elementi strategici del piano e delle specifiche esigenze di sviluppo territoriale, nel quadro dei criteri metodologici e tecnico-amministrativi previsti dai regolamenti comunitari per il ciclo di programmazione 2014-2020, il Programma ha identificato i seguenti Assi prioritari:
1. Agenda digitale metropolitana (OT 2 “Agenda Digitale” – FESR);
2. Sostenibilità dei servizi pubblici e della mobilità urbana (OT 4 “Energia sostenibile e qualità della vita” – FESR);
3. Servizi per l’inclusione sociale (OT 9 “Inclusione sociale e lotta alla povertà” – FSE);
4. Infrastrutture per l’inclusione sociale (OT 9 “Inclusione sociale e lotta alla povertà” – FESR);
5. Assistenza tecnica (FESR);

- con delibera di Consiglio Prog. n. 10 del 24.01.2017 (P.G. n. 19042/2017) è stato approvato il Piano Operativo della Città di Bologna nell'ambito del Programma Operativo Nazionale “Città Metropolitane” FESR/FSE 2014-2020, nel quale sono stati definiti due assi di intervento, l'Asse 2 (Energia sostenibile e qualità della vita) e l'Asse 4 (Infrastrutture per l'inclusione sociale) che si sostanziano rispettivamente in progetti di rigenerazione energetica (Progetto BO2.1.2a, finanziato per Euro 9.417.789,63) e riqualificazione di immobili destinati a favorire l'inclusione sociale (Progetti BO4.1.1a e BO4.2.1a finanziati per Euro 2.655.579,94 per il progetto BO4.1.1a e Euro 7.376.610,94 per il progetto BO4.2.1a);
- gli interventi previsti dall’asse 2 sono coerenti con il piano d’azione per l’energia sostenibile (PAES), in attuazione del quale il Comune di Bologna ha già avviato un programma coordinato di azioni per la graduale rigenerazione energetica di tutti i propri edifici e dell'illuminazione pubblica;
- all’interno del Piano Operativo della Città di Bologna (PON Metro), l’asse 2 contempla il progetto codice BO2.1.2a “Risparmio energetico negli edifici pubblici” e che durante il percorso “Collaborare è Bologna” sono stati selezionati alcuni immobili sui quali è possibile sviluppare le strategie del Piano per l’asse in questione, tra i quali l’edificio denominato Palazzetto dello Sport 'Paladozza' – cod. int. 5973;
- con atto P.G. n. 267542/2017 del 25/07/2017, esecutivo ai sensi di legge, l’Ing. Simone Stella è stato nominato Responsabile del Procedimento dell'intervento di riqualificazione dell'edificio denominato Palazzetto dello Sport 'Paladozza' cod. BO2.1.2a.1;

Preso atto che:
- per quanto riguarda il Settore Manutenzione è stata effettuata una puntuale verifica dei carichi di lavoro in capo ai soggetti in possesso della specifica professionalità richiesta, dalla quale è emersa la sostanziale impossibilità di ricorrere al suddetto personale in relazione ai carichi di lavoro, e con comunicazione P.G. n. 394372/2017, trasmessa in via telematica in data 31/10/2017, è stato richiesto a tutti i Direttori di Settore e di Quartiere di accertare se, all'interno delle rispettive strutture, sussistessero figure professionali, in possesso dei necessari requisiti, in grado di svolgere le attività oggetto dell'incarico senza pregiudizio per la funzionalità dei servizi cui sono preposti, e che tale rilevazione aveva avuto esito negativo;
- con determinazione dirigenziale P.G. n. 42424/2018 esecutiva dal 09/02/2018 il Dipartimento Cura e Qualità del Territorio ha provveduto a prenotare la spesa di euro 78.463,00 per l'affidamento di incarichi professionali di verifica di vulnerabilità sismica ai sensi del DPCM 09/02/2011 da prestare presso edifici rientranti nel progetto BO2.1.2a del Piano operativo Città di Bologna, tra i quali quello presso il fabbricato denominato Paladozza cod. int. 5973, con le imputazioni e per gli importi ivi indicati, dando atto che con separati provvedimenti si sarebbe proceduto all'individuazione delle procedure per l'affidamento degli incarichi;

Considerato che:
- l'U.I. Gare Pon Metro dell'Area Risorse Finanziarie è competente, nell'attuale organizzazione del Comune di Bologna, alla gestione delle procedure di gara rientranti nel Piano Operativo Città di Bologna nell'ambito del Programma Operativo Nazionale Città Metropolitane 2014-2020 per tutte le articolazioni organizzative dell'Ente, previa definizione, da parte del Settore interessato, degli aspetti di merito necessari alla selezione dell'aggiudicatario;
- la prestazione professionale di cui trattasi è presente sul ME.PA. nell'ambito dell’iniziativa "Servizi Professionali – Architettonici, di costruzione, ingegneria e ispezione e catasto stradale” CPV 71312000-8 - vulnerabilità sismica;
- per gli acquisti al di sotto della soglia di rilievo comunitario e pari o superiori ai 1.000,00 Euro, l'art. 1 c. 450 della legge 296/2006 (così come modificato dalla L. n. 208/2015) prevede che tutte le amministrazioni statali, centrali e periferiche sono tenute a far ricorso al Mercato Elettronico della Pubblica Amministrazione;
- l'Amministrazione ha provveduto a dare comunicazione pubblica agli operatori economici iscritti nell'Elenco per l'affidamento di servizi attinenti all'architettura e all'ingegneria, di importo inferiore a euro 100.000,00, costituito con atto dirigenziale P.G. n. 258724/2014 del 16/09/2014, nella quale si evidenzia, stanti gli obblighi sopracitati, la necessità di utilizzare il Mercato Elettronico della Pubblica Amministrazione di Consip qualora presente sul medesimo un servizio di ingegneria e architettura rientrante nell'Elenco suddetto;

Rilevato che
- il Responsabile del Procedimento Ing. Simone Stella, con propria nota P.G. n. 251841del 13.06.2018, parte integrante del presente provvedimento, ha:
  • proposto di procedere all'affidamento di un incarico per la verifica della vulnerabilità sismica ai sensi del DPCM 09/02/2011 presso l’edificio denominato Palazzetto dello Sport 'Paladozza' cod. BO2.1.2a.1, per un importo netto di euro 38.778,00 a base di gara, comprensivo di spese e oneri accessori, cui si aggiungono euro 800,00 per oneri della sicurezza non soggetti a ribasso, mediante l'espletamento di una procedura negoziata tramite RDO sul ME.PA. tra un numero di venti operatori professionali, come ammesso dall'art. 36 comma 6 del D.lgs. n. 50/2016 che prevede, per le procedure sotto soglia, il ricorso al mercato elettronico che consenta acquisti telematici basati su un sistema che attua procedure di scelta del contraente interamente gestite per via elettronica;
  • stabilito di ricorrere alla funzione di sorteggio predisposta dalla piattaforma ME.PA. al fine di individuare gli operatori professionali da invitare alla procedura di gara, in possesso della laurea in ingegneria secondo il vecchio ordinamento (o laurea magistrale in ingegneria) e iscrizione nel relativo Albo nella sezione A), e laurea magistrale in geologia e territorio (geologo) e iscrizione nel relativo Albo nella sezione A), requisiti idonei per lo svolgimento della prestazione;
  • ritenuto di non suddividere l’appalto, ai sensi dell'art. 51 del D.Lgs. 50/2016, in lotti funzionali in ragione dell'oggetto dell'appalto in quanto trattasi di unico edificio, nonchè dell'importo dell'appalto medesimo;
  • individuato nel minor prezzo il criterio per l'aggiudicazione dell'incarico di cui trattasi, in quanto:
- in base al combinato disposto dei commi 3 lettera b) e 4 lettera c) dell'articolo 95 che prevedono rispettivamente l'obbligo di utilizzare il criterio dell'offerta economicamente vantaggiosa per i contratti relativi all'affidamento dei servizi di ingegneria e architettura e degli altri servizi di natura tecnica e intellettuale di importo pari o superiore a 40.000 euro nonchè la possibilità di ricorrere al criterio del minor prezzo per i servizi e le forniture di importo fino a 40.000 euro, nonché per i servizi e le forniture di importo pari o superiore a 40.000 euro e sino alla soglia di cui all’articolo 35 solo se caratterizzati da elevata ripetitività, fatta eccezione per quelli di notevole contenuto tecnologico o che hanno un carattere innovativo;
- la prestazione dell'incarico in oggetto ricade nelle attività di tipo "certificativo" in quanto le procedure per la stima della vulnerabilità sismica ( indicatore che mette in relazione la capacità di resistenza della struttura e la richiesta in termini di resistenza e/o spostamento del sisma) sono principalmente basate sul rilievo mediante schede di tipologia "standard" delle principali caratteristiche degli elementi costitutivi dell’edificio, e devono essere condotte mediante l’ esecuzione di calcoli strutturali coerenti con i metodi di analisi previsti dalle Norme Tecniche per le Costruzioni attualmente in vigore;
- il ricorso al minor prezzo non ha in alcun modo posto in posizione di privilegio alcun fornitore in quanto nel caso di specie l'affidamento avverrà mediante espletamento di una procedura negoziata tramite RDO sul ME.PA. invitando venti operatori che saranno individuati mediante la funzione di sorteggio predisposta dalla piattaforma ME.PA.;
  • stabilito di prevedere la cauzione provvisoria di cui all’art. 93 del D.lgs. 50/2016 ss.mm.ii. con un importo pari all’1% in conformità a quanto disposto dall'art. 93 comma 1 che prevede "... Al fine di rendere l'importo della garanzia proporzionato e adeguato alla natura delle prestazioni oggetto del contratto e al grado di rischio ad esso connesso, la stazione appaltante può motivatamente ridurre l'importo della cauzione sino all'1 per cento ovvero incrementarlo sino al 4 per cento" trattandosi, nel caso di specie, di appalto di importo nettamente inferiore alla soglia di Euro 40.000,00, per garantire il favor partecipationis e non appesantire gli oneri partecipativi a carico dei possibili concorrenti si ritiene opportuno ridurre l'importo della garanzia provvisoria all'1% dell'importo;

- trattandosi di appalto avente per oggetto servizio attinente all'architettura e all'ingegneria il progetto, cui all'art. 23 comma 15 del D. Lgs. n. 50/2016 e ss.mm.ii, relativo al servizio in oggetto, in cui sono stati affrontati tutti gli aspetti necessari, è stato redatto a cura del RUP Ing. Simone Stella del Settore Manutenzione e composto dalla seguente documentazione:
- rilievo dell'edificio
- DUVRI
- disciplinare di incarico
- schema calcolo parcella (calcolata in base al D.M. 17 giugno 2016, D.Lgs 50/2016 ex D.M. 143 del 31 ottobre 2013.)
trasmesso a questo ufficio contestualmente alla proposta di gara, quale parte integrante della stessa, che sarà tutta resa disponibile fra la documentazione di gara;

- trattandosi di un servizio di natura intellettuale, non sono stati previsti, ai sensi dell'art. 95 comma 10 del D.lgs. 50/2016 e ss.mm. e ii., costi della manodopera e, ai sensi dell'art. 50 del medesimo decreto, non sono state contemplate clausole sociali;

Dato atto che con il soggetto aggiudicatario si procederà alla stipulazione del contratto mediante la piattaforma ME.PA;

Visto l'art. 44 dello Statuto del Comune di Bologna;

Visti gli artt. 107 e 192 del D.Lgs. n. 267 del 18/8/2000;
DETERMINA

1. di avviare, secondo quanto esposto in premessa e sulla base di quanto proposto dal Responsabile del Procedimento Ing. Simone Stella del Settore Manutenzione con propria nota P.G. n. 251841 del 13/6/2018 la procedura negoziata - come ammesso dall'art. 36 comma 6 del D.lgs. n. 50/2016 - per l'affidamento di un incarico di verifica di vulnerabilità sismica ai sensi del DPCM 09/02/2011 sull’edificio denominato Palazzetto dello Sport 'Paladozza' cod. BO2.1.2a.1; rientrante nel progetto BO2.1.2a dell’Asse 2 del Piano Operativo Città di Bologna, nell'ambito del Piano Operativo Nazionale Città Metropolitana, per un importo netto di euro 38.778,00 a base di gara, comprensivo di spese e oneri accessori, cui si aggiungono euro 800,00 per oneri della sicurezza non soggetti a ribasso, mediante espletamento di una procedura negoziata tramite RDO sul ME.PA. tra un numero di venti operatori professionali in possesso della laurea magistrale in ingegneria e iscrizione nel relativo Albo nella sezione A), e laurea magistrale in geologia e territorio (geologo) e iscrizione nel relativo Albo nella sezione A) - da individuare mediante la funzione di sorteggio predisposta dalla piattaforma ME.PA - con il criterio del minor prezzo ai sensi del combinato disposto dei commi 3 lett. b) e 4 lett. c) dell’art. 95 del D.lgs. 50/2016 e ss.mm.ii.;

2. di approvare i seguenti documenti di gara: Schema Condizioni RdO

3. di dare atto che:

- con il soggetto aggiudicatario si procederà alla stipulazione del contratto mediante la piattaforma ME.PA;

- il Responsabile Unico del procedimento è l'Ing. Simone Stella del Settore Manutenzione, ai sensi dell'art. 31 del D.lgs. 50/2016, l’Autorità di Gara è la dott.ssa Lara Bonfiglioli Dirigente dell’U.I. Gare Pon Metro dell’Area Risorse Finanziare del Comune di Bologna, mentre la stipula del contratto avverrà a cura dell’Ing. Fabio Andreon, Direttore del Settore Manutenzione del Comune di Bologna.




F.to  
Autorità di Gara
Lara Bonfiglioli





Allegati al documento

proposta PG 251841_2018.pdf
Schema Condizioni RDO_Paladozza_Pon Metro.pdf